Seconda collaborazione tra Ace Norton, regista di grido del circuito fashion e musicale, e il duo losangelino Phantoms, in pista con il singolo che annuncia il loro album di debutto. Voyeur vede accanto ai due producer il giovanissimo attore e musicista Nicholas Braun, voce suadente dai colori autunnali e una predilezione per le atmosfere soul: con lui avevano già collaborato per Broken Halo, traccia lanciata nel 2014, anche in quel caso accompagnata da un video di Norton. Il terzetto si ricompone, oggi, azzeccando ancora l’alchimia giusta.

Video cupo, inquieto, in cui la storia di un’audizione di danza vede una ballerina classica abbandonarsi a un eccesso di furia, dopo l’errore al margine della prova. Da qui una fuga metropolitana, con tanto di body e scarpette, trascinando il suo equilibrio instabile e la sua frustrazione tra i vicoli di una città insidiosa. È il tempo della rivolta, la rottura di un argine, spezzando convenzioni e disciplina. L’incontro con dei loschi figuri ha le linee di un’elegante colluttazione, che diventa coreografia, narrazione silenziosa, minuetto contemporaneo tra grazia e terrore.

A contrasto con il mood gloommy del video, girato in bianco e nero, il brano scorre leggero con un’anima electro-pop sofisticata, nell’intreccio di vocalità morbide, ritmiche upbeat, suoni elastici e bassi corposi. Atmosfera molto diversa rispetto all’EP d’esordio – pubblicato per OWSLA, l’etichetta di Skrillex – in cui i due dj incastonavano tre tracce squisitamente dark, figlie di una tech-house schietta e piuttosto interessante. La malinconia di fondo resta, ma il progetto cambia: lontane le autostrade notturne e le geometrie incalzanti, rotte da sonorità glitch, di pezzi come Primal Fear; il sound qui si fa più lieve e trova un alleato perfetto nello sguardo visionario di un fuoriclasse come Ace Norton. Ironia, seduzione e quel certo umore scuro che resta. Non più dark, ma vespertino.

Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.