Abbiamo intervistato Wash Westmoreland al Festival di Roma. Regista di culto del cinema porno gay, ha avuto una carriera piena di colpi di scena e cambi di registro. Seguace di un culto religioso estremista, dopo gli studi scientifici si è laureato a Fukuoka in lingua e letteratura giapponese, è stato operaio per un’impresa di pulizie a New York e trasferitosi a Los Angeles è diventato assistente di Bruce La Bruce. I suoi film porno erano talmente belli che alcuni, dopo aver fatto incetta di premi, sono stati distribuiti nelle videoteche in  versione soft core. Westmoreland ha poi cominciato a girare documentari e nel 2006 ha vinto il People Choice Award a Toronto.

A Roma è in concorso con Still Alice, una delle cose più belle viste finora e un papabile Oscar per la protagonista Julianne Moore, che interpreta una linguista di successo, ammalata di una forma precoce e rara di Alzheimer. Il film ha una sceneggiatura perfetta che è stata scritta a quattro mani da Westmoreland e Richard Glazer, compagno di vita e di lavoro. Il cast che compone il nucleo familiare della famiglia è strepitoso, a partire da Kristen Stewart, che sta rivelando una bravura al di sopra delle aspettative, come già si era evidenziato a Cannes con Clouds of Sils Maria. Alec Baldwin e Kate Bosworth non sono da meno. Il film è intenso e delicato al tempo stesso e c’è da scommettere che questo Westmoreland ha ancora parecchi assi nella manica per il futuro…

Federica Polidoro

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.