Un angolo di 2,5 x 5 metri per reinventare uno scorcio di città. Piccoli spazi, in cui cambiano le prospettive  e le relazioni, affidando a immagini, azioni, eventi, strutture, il compito di risignificare minime porzioni di spazio comune. È questo il progetto pensato per il 213-2014 dallostudio Strato (Martino Fraschetti, Maria Clara Ghia, Vincenzo Tattolo) per Pastificio_arch, programma voluto da Marcello Smarrelli, direttore artistico della FondazionePastificio Cecere, per condurre esperienze di ricerca, sperimentazione e progettazione architettonica all’interno del quartiere San Lorenzo. Find Your Corner. 2,5 x 5 cambia pelle di volta in volta, grazie alle intuizioni di diversi studi di architettura, invitati da Strato.

Dopo Hanasi Designche ha aperto il ciclo, seguito da 2A+P/A, il terzo appuntamento ha visto a lavoro T Spoon Environment Architecture. Gioca sull’alternanza visiva tra le parole ORDINARIO/STRAORDINARIO il progetto ideato per l’occasione: un piccolo giardino profumato, simbolo del paesaggio da cui emanano essenze profumate, è sormontato da un insegna luminosa che sovrappone e separa i due significati. Liberando il senso della meraviglia, là dove il tempo consueto e lo spazio conosciuto si capovolgono, all’improvviso. Intorno all’installazione la vita del quartiere scorre, nell’incantesimo di una nuova socialità possibile.
L’opera si inserisce nel contesto più ampio del progetto di ricerca City-Hound, social network per la trasformazione temporanea di spazi sottoutilizzati, da recuperare grazie a idee e iniziative di cittadini attivi, in cerca di contenitori creativi e imprenditoriali.

Helga Marsala

www.pastificiocerere.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.