Architetto, critico, docente, Senior Curator per il MAXXI Architettura, Pippo Ciorra è il protagonista della terza lezione di “All is New in Art”, ciclo di formazione con cui è partito il progetto CINTA, ideato dalla Fondazione Pastificio Cerere di Roma come possibile modello per la creazione di un polo di ricerca d’interesse regionale.
Tecnologia, innovazione, nuove frontiere di sviluppo tra cultura e imprenditoria: è questo il raggio d’azione del programma, che di volta in volta ospita docenti, critici, esperti di livello nazionale ed internazionale, chiamati a sviscerare il tema secondo differenti prospettive e ambiti di riferimento.

Vitruvio nel XXI secolo: ars utilitas comunicatio” – questo il titolo della lezione di Ciorra – affrontava il legame tra architettura e nuove tecnologie. Una giornata di studi, che ha coinvolto anche Chiara Tonelli, ricercatrice presso la facoltà di architettura dell’Università degli Studi Roma Tre e conduttrice di trasmissioni televisive di taglio ambientale, urbanistico, tecnologico, e Luca di Lorenzo, architetto esperto nella progettazione digitale e nei processi costruttivi sperimentali.
Così, dalla ricerca al concepimento, dalla rappresentazione allo sviluppo, dalla costruzione alla comunicazione, l’intero percorso di un progetto architettonico viene collegato all’elemento tecnologico e alla riflessione teorico-linguistica che intorno alla tecnologica si genera. Una maniera per attualizzare la vecchia triade vitruviana – firmitas, utilitas, venustas – alla luce di quell’insostituibile faro che è ormai rappresentato dall’Impero dell’hi-tech.

Helga Marsala

 www.pastificiocerere.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.