Noto soprattutto per i suoi disegni e le illustrazioni in bianco e nero, lo scozzese David Shrigley è uno tra i più apprezzati artisti britannici del momento, quest’anno giunto nell’ambitissima short list del Turner Prize.
Cinico, ironico, capace di mescolare homour nero, gusto per il macabro, esprit ludico e una leggerezza sempre scalfita da venature cerebrali e da sussulti punk, Shrigley è il classico bad boy che arriva da una cultura alternativa, anti-mainstream e anti-ideologica. Attirudine di rottura ma sempre con fare scanzonato, al limite tra nevrorsi quotidiana e contestazione giocosa.

In questo breve film animato, l’artista racconta la storia del piccolo Robert, alle prese con alcuni interrogativi fondamentali. E tra l’imbarazzo del papà, che prova a raccontargli il mistero del concepimento e della nascita, i silenzi e le metafore si trasformano nella mente del piccolo in una strana avventura onirica, cercando nel buio la chiave di una porta segreta…

Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.