Un nuovo progetto per la Fondazione Pastificio Cerere di Roma, protagonista sempre più radicata della vita culturale e aggregativa del quartiere San Lorenzo. Pastificio_arch, ideato da Marcello Smarrelli, direttore artistico della Fondazione, è curato per il 2013 dallo studio Strato, ovvero Martino Fraschetti, Maria Clara Ghia e Vincenzo Tattolo, che hanno proposto il tema Find Your Corner. 2,5 x 5. In linea con la vocazione di Pastificio_arch, che è quello dell’attenzione al tema dello spazio urbano e ai suoi legami col vissuto, i bisogni e i desideri dei suoi abitanti, il format di Strato prevede l’intervento di alcuni studi d’architettura, chiamati a cimentarsi con piccole aree cittadine, in cui creare degli eventi, non prescindendo dai ritmi, le forme, l’estetica e le relazioni che descrivono la vita del quartiere.

Il primo appuntamento lo ha realizzato Hanasi Design, mentre il successivo, svoltosi il 2 e il 3 ottobre 2013, ha visto protagonista lo studio 2A+P/A con l’installazione dal titolo Il teatro dei burattini.
Il programma di ricerche ed interventi, pensato secondo logiche partecipate, orizzontali e dialogiche, punta a diffondere un’idea di trasformazione possibile, rispetto al territorio, modificando la maniera in cui i luoghi vengono visti, interpretati, condivisi, fino a modificare, in certi casi, la morfologia dei luoghi stessi. Un percorso che tiene conto delle armonie ma anche dei conflitti: i cittadini, ogni giorno alle prese con una fitta rete di restrizioni che orientano la libera fruizione degli spazi comuni – ztl, strisce blu, recinzioni, divieti – proveranno così a riappropriarsene, attraverso percorsi creativi, di progettazione e di attraversamento consapevole.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.