Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica
Direttore: Alberto Barbera

1 e 2 settembre 2013
servizio di Federica Polidoro

Domenica piuttosto deludente, qualche proiezione bucata. Interessante il film greco in concorso, Miss Violence, opera seconda del regista Alexandros Avranas.  Bocciato Peter Landesman con lo spiegone su Kennedy, Parkland. Lunedì mattina si parte alla grande con Locke: peccato sia fuori concorso. The zero theorem di Terry Gilliam di una bruttezza invereconda, ai limiti della tollerabilità. E intanto, forse, è uscito il Leone ruggente: Amos Gitai, prodotto dall’alto rabbinato con un film in formato 1:25, girato in un’unico piano sequenza. Ana Arabia, dedicato al rapporto tra ebrei e palestinesi, è una metafora sulla possibilità di convivenza tra culture differenti.

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.