Estate isolana per Ericailcane, tra le punte di diamante della scena artistica italiana, conosciuto in tutto il mondo per la qualità della sua lunga esperienza in ambito street: luglio trascorso in quel di Cagliari, per un’entusiasmante viaggio tra le strade, i vicoli, le piazze, gli spazi dismessi, le periferie della città e certi scorci di campagna. Non per vacanza, naturalmente, per un progetto tutto nuovo e tutto dedicato alla Sardegna.

Insieme a lui tre coleghi del luogo, bravissimi anche loro e già noti nel circuito: Tellas, Crisa, Ciredz. Eccoli in azione, dunque, ognuno su una parete e in qualche caso lavorando a più mani, a reinventare pezzi del paesaggio urbano ed extraurbano, abbandonandosi al consueto volo onirico, sul margine tra fiction e natura, tra rappresentazione ed elaborazione fantastica.
Ne viene fuori un album impossibile, frammenti di un bestiario immaginario in cui figure di animali giganteschi, piante selvatiche, rocce, innesti geometrici, strutture astratti, specchi d’acqua, orizzonti immateriali, compongono nuovi scenari che collidono con l’ambiente e insieme lo competano, armonizzandosi.

Armati di pennelli, colori, rulli, scale, Ericalicane e i suoi compagni d’avventura sfidano altezze e superfici impervie, regalando a Cagliari nuovi landamark e nuove prospettive. I tre film prodotti subito dopo raccomntano alcuni dei wall realizzati. Immagini ed editing di Alice Bettolo + Kristos, musiche di Alessandro “cuerno de chivo” Rinaldi.

Helga Marsala

www.ericailcane.org

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.