Tre interviste al maestro Luca Ronconi: una realizzata nel 2012 in occasione della consegna del Leone D’Oro alla Carriera, Biennale di Venezia Teatro; una raccolta nella sua casa sulle colline umbre; un’altra inserita nel palinsesto degli Stati Generali della Cultura indetti dal Partito Democratico nel 2011.
Figura straordinaria del teatro italiano, storico direttore del Piccolo Teatro di Milano, Luca Ronconi ha compiuto 80 anni lo scorso 8 marzo. In questi tre documenti lo sentiamo raccontarsi, rispolverando memorie dalla sua lunga carriera, insieme a qualche stralcio del suo pensiero sul teatro, sui giovani, sul senso della ricerca artistica; quello sguardo acuto che ha attraversato la storia del drammaturgia, della musica, della letteratura, tra i grandi classici della modernità e le nuove voci del contemporaneo, facendone materia sensibile per coraggiose riletture sceniche.

Il bello del teatro è che il giorno dopo non c’è più. Il grande vantaggio del teatro: è inutile guardarsi indietro per vedere le rovine“. Ed è un teatro, quello di Ronconi, che ha spesso guardato alla tradizione, ma che vive nel superamento dei canoni drammaturgici consueti, attingendo da materiali e linguaggi eterogenei, capovolgendo i codici e ripensando l’idea di rappresentazione. Un teatro senza rovine, che ha tutta l’energia del lampo, la potenza dell’immagine e la caducità dell’evento.

Ronconi, da venerdì 3 a domenica 5 maggio 2013 sarà ospite della XX edizione di Fabbrica Europa, alla Stazione Leopolda di Firenze: in scena il suo “In cerca d’autore. Studio sui Sei personaggi“, un testo immortale di Luigi Pirandello interpretato da alcuni neo diplomati dell’Accademia d’Arte Drammatica Silvio d’Amico.

– Helga Marsala

www.fabbricaeuropa.net

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.