Servizio di Federica Polidoro

Ultimi giri a spasso per la Croisette, aspettando il nome del vincitore. Dagli Stati Uniti alle Filippine, i nomi che sono stati fatti dagli addetti ai lavori si riducono ad una manciata. La Vie d’Adele di Abdellatif Kechiche in testa a tutte le preferenze, con una buona percentuale di giornalisti che vorrebbe premiate anche le due protagoniste come migliori attrici. Michael Douglas è in cima alla lista degli attori papabili, seguito da Oscar Isaac. Like Father, Like Son di Kore Eda Hirokazu è un’altro film molto quotato e si ritiene che se non vincerà la Palma d’Oro, farà suo almeno il Grand Prix. Ma anche Sorrentino e Servillo hanno i loro seguaci. Tra poche ore sapremo se le previsioni erano giuste. Nell’attesa, un po’ di interviste raccolte tra registi, critici, giornalisti…

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.
  • Manda

    Alla fine si sbagliavano solo i seguaci di Sorrentino e Servillo…