Servizio di Federica Polidoro

Dopo un tour de force di file sotto la pioggia, la seconda giornata della 66° edizione del Festival di Cannes si è conclusa fra gli applausi del film che ha aperto la sezione “Un certain Regard”: The Bling Ring di Sofia Coppola, con Emma Watson tra i protagonisti, spericolata gang-story di adolescenti hollywoodiani allo sbando, accecati dalle mitologie dello showbiz e dei social network. In competizione Jeune & Jolie di Francois Ozon, che piace ma con riserva, e il cinese politicizzato Tian Zhu Ding di Jia Zhangke. Ecco il punto della situazione dal porto di Cannes.

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • manda

    Credo proprio che Sofia sia rimasta prigioniera di Somewere…