HO FATTO TERNA!
video-diario Premio Terna 03 – un progetto di Alessandra Galletta

Episodio III
Davide Tranchina / secondo classificato categoria Megawatt

Ospitati nella bipersonale di Alessandra Spranzi e Richard Wentworth, intervistiamo Davide Tranchina presso la Galleria Nicoletta Rusconi di Milano, per scoprire come ottenere immagini fotografiche senza l’utilizzo della macchina fotografica. Un modo “per evidenziare il sistema complesso tra realtà e finzione”.

[A.G.]

Fotografare significa stabilire una distanza
“In fondo la fotografia nell’attimo in cui congela un istante e lo immortala, produce subito una distanza rispetto a quel momento. E questa è una cosa che a me interessa moltissimo, cioè l’idea di tale distanza: quello spazio mentale che lo spettatore cerca di colmare non appena si trova di fronte all’opera”.

[Davide Tranchina]

HO FATTO TERNA!

autore
Alessandra Galletta

produttore esecutivo
Desirée Sibiriu

riprese e montaggio
Davide Riva

progetto grafico
Laura Tonicello

motion graphic
Domenico Catano

redazione
Jacopo De Pascale

musiche
Viola
Matthew Moore
Revolution Void

si ringraziano
Galleria Nicoletta Rusconi, Milano

media partner
Artribune

creative
LaGalla23 Productions

LEGGI ANCHE:

Sono in quindici e sono i vincitori della terza edizione del Premio Terna. Tutti in trasferta a Mosca, seguiti dalle telecamere di Alessandra Galletta. Un video-diario a puntate, ospitato da Artribune Television

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.