Francesco De Grandi. Il passaggio difficile
a cura di Marco Bazzini, Helga Marsala
29 settembre / 31 ottobre 2011
GAM / Galleria d’Arte Moderna, Palermo

Film maker: Andrea Coppola
Produzione: Artribune Television

Con la personale di Francesco De Grandi, che segue a ruota quelle di Andrea Di Marco e Stefania Galegati, la Galleria d’Arte Moderna di Palermo prosegue il suo progetto espositivo dedicato ad alcuni tra i più interessanti e affermati artisti siciliani delle ultime generazioni.
Il Passaggio difficile è un’opera in tre atti (“La terra matta”, “Il passaggio difficile”, “Del solo amore”), una sorta di scrittura teatrale o narrativa concepita come opera unica, in cui ogni piccola parte è inseparabile dalle altre. Il leitmotiv del viaggio attraversa l’intero progetto espositivo, ricollegandosi a una immensa ed eterogenea tradizione letteraria: il viaggio come ricerca interiore, pulsione creativa, avventura spirituale, psicologica o esistenziale… Attraverso un uso “strumentale” della pittura, De Grandi pesca da stili, generi e immaginari differenti, mixandoli con un taglio fortemente personale: i tentativo è quello di mettere in atto un’operazione di modulazione del linguaggio pittorico, in base al senso che sta all’origine di ogni passaggio e al tipo di sensazione che si intende trasmettere al fruitore…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • Percorso interessante, ma proposto in luoghi “consueti”.
    E’ utile anche un raffronto in altre realtà culturali, forse più aperte all’arte e non alla esposizione.
    E’ opportuno manifestare in fermento degli Artisti, ma è anche indispensabile fare formazione nella Comunità in cui si è responsabili della scrscita anche culturale della popolazione.
    Almeno per gli spazi …..pubblici!
    Auguroni
    adg

  • Il passaggio dalla materia alla luce, o meglio ancora l’incontro tra la materia e la luce, la sublimazione della vita eterna.