Giovani figurativi, rigorosamente italiani: Ivan Quaroni ne ha raccolto un’ampia selezione nell’ultimo suo libro, Italian Newbrow, uscito a fine 2010 per Giancarlo Politi Editore. Un’indagine sul panorama creativo nazionale, che punta lo sguardo su una specifica attitudine, un’inclinazione, una modalità di pensiero comune a diversi artisti delle ultime generazioni. L’obiettivo? Non tanto individuare una nuova corrente artistica o un nuovo linguaggio, quanto registrare alcuni denomitori comuni tra i diversi umori e le molte direzioni che stanno connotando la scena italiana. In un mix di accenti pop, innesti iconografici, tecnologia e globalizzazione.
L’autore ne parla oggi con Francesco Sala, durante una conversazione per Artribune Television…

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.