stARTT, ovvero Studio di architettura e trasformazioni territoriali, nasce a Roma nel 2008 da un’idea di Simone Capra e Claudio Castaldo, a cui si aggiungerà poi Francesco Colangeli. Sono loro i trionfatori della prima edizione italiana di YAP, acronimo di Young Architects Program, premio per progettisti emergenti, che da quest’anno vede a fianco il PS1 di Nyc e il Maxxi di Roma: nel grade cortile del primo, e della piazza antistante al Museo italiano, hanno appena visto la luce i progetti vincitori, selezionati da due specifiche commissioni miste.
Ombra, acqua, spazi per il relax, sostenibilità: su questi elementi hanno riflettuto i proggettisti di stARTT per immaginare il loro arcipelago verde Whatami. Ce lo raccontano loro stessi, assieme a Pippo Ciorra – senior curator Maxxi Architettura – in un servizio realizzato per Artribune Television da Cristiana Raffa… (h.m.)



CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.