Colore, segno e identità. Yanyan Huang Roma

Basement, Roma – fino al 25 marzo 2016. La giovane artista cinese anima lo spazio espositivo capitolino con un gesto pittorico fatto di accumulo e sottrazione. Unendo colore e segno in un alfabeto di grande impatto visivo.

Yanyan Huang – Ex Silentio – installation view at Basement, Roma 2016 – photo Roberto Apa
Yanyan Huang – Ex Silentio – installation view at Basement, Roma 2016 – photo Roberto Apa

La giovane artista cinese Yanyan Huang (Sichuan, 1988), formatasi negli Stati Uniti e residente in Italia, si esprime attraverso disegno, pittura, grafica, scultura e collage, utilizzando svariati supporti come ceramica, stoffe e altri materiali. In questa mostra, tramite un gesto pittorico espressione di un processo di accumulazione e sottrazione, l’artista crea un personale alfabeto astratto di forte impatto coloristico, sintesi visiva della memoria delle proprie origini e delle proprie esperienze formative. Oltre ai dipinti e ai disegni esposti, uno spazio della galleria ospita un’installazione site-specific composta da lightbox e da una tenda-sipario decorata con le fantasie di colori astratte tipiche dell’artista, un piccolo teatro oscuro che fa emergere la luce e il colore del suo iconico segno pittorico.

Calogero Pirrera

Roma // fino al 25 marzo 2016
Yanyan Huang – Ex Silentio
BASEMENT ROMA
Via Ricciotti 4
[email protected]
www.curamagazine.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/51291/yanyan-huang-ex-silentio/

CONDIVIDI
Calogero Pirrera
Calogero Pirrera (1979) è uno storico dell’arte specializzato in arte moderna e contemporanea, videoarte, didattica museale e progettazione culturale. Vive attualmente a Roma. Ha collaborato con la cattedra di Istituzioni di Storia dell’Arte della Facoltà di Architettura di Valle Giulia, con alcune gallerie come Il Ponte Contemporanea e LipanjePuntin, oltre che con Festarte – Festival Internazionale di VideoArte, che lo vede impegnato nella mappatura globale dei festival di videoarte con la rubrica “International Contest”. Ha all’attivo alcune pubblicazioni che indagano l’arte antica come quella contemporanea. Tra le mostre curate si ricorda "Il Duomo di Milano dalla Lombardia all’Europa", ospitata presso il Duomo meneghino nel 2005 e il relativo catalogo. Ha scritto e scrive per EosArte, TribeArt e Artribune.