Paul Branca vs Giacomo Raffaelli. A Torino

GRGLT, Torino – fino al 31 marzo 2016. Paul Branca, in occasione della sua prima personale italiana, espone tote e shopping bag al posto dei quadri. Mentre nella project room Alley è il turno del giovane artista Giacomo Raffaelli.

Paul Branca - Totes - installation view at Galleria Giorgio Galotti, Torino 2016
Paul Branca - Totes - installation view at Galleria Giorgio Galotti, Torino 2016

Il sempre attuale ready made è alla base dell’elegante e sobria esposizione di Paul Branca (New York, 1974). Quelle che una volta erano normali borse da passeggio – tote bag – adesso sono veri e propri manufatti artistici. Non più semplici e comodi contenitori portabili usati nella grande distribuzione ma opere d’arte, dove l’oggetto, dal riutilizzo alla pratica della pittura e fino all’esposizione in galleria, diviene linguaggio inedito ed espressione ironica che racchiude, in un unico elemento, le criticità semantiche appartenenti ai temi dell’arte, della moda e del cibo. Dalle riflessioni pittoriche, dedicate alla gastronomia socio- culturale, ai nuovi lavori realizzati con tela o juta e montati su piccoli telai in legno, quella di Branca è un’operazione sottile, dove il colore, la materia, il segno e la parola si traducono in un prodotto di confine, un’opera dai gusti matericamente informali che coniuga con intelligenza l’immagine bidimensionale e quella plastica.
Nella project room Alley, il giovane Giacomo Raffaelli (Rovereto, 1988) propone Pointcloud, un progetto dedicato alla rappresentazione fisica del kilogrammo, in una lettura concettuale e minimal che spazia dalle conoscenze nel campo della fisica a quelle delle scienze. L’interessante studio dell’unità di misura del peso, che analizza i cambiamenti tecnici e le strutture di funzionamento del sistema, forse risulta troppo complesso per essere raccontato con l’esposizione di una sola opera.

Giuseppe Amedeo Arnesano

Torino // fino al 31 marzo 2016
Paul Branca – Totes
Giacomo Raffaelli – Pointcloud
GRGLT
Via Arnaldo da Brescia 39
011 19707445
[email protected]
www.giorgiogalotti.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/51705/paul-branca-totes-alley-giacomo-raffaelli/

CONDIVIDI
Giuseppe Arnesano
Storico dell'arte e curatore indipendente. Laureato in Conservazione dei Beni Culturali all'Università del Salento e in Storia dell'Arte Moderna presso l'Università La Sapienza di Roma. Ha conseguito un master universitario di I livello alla LUISS Master of Art di Roma. Giornalista pubblicista, iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti dal 2011, collabora come critico d’arte con Artribune dal 2011. Nel settore della comunicazione culturale, dal 2013 a oggi, ha lavorato con la Soprintendenza Speciale del Polo Museale Romano, con la Fondazione Torino Musei e la Fondazione Carriero a Milano. Tra le mostre recenti è co-curatore del progetto “Studio e Bottega - Tradizione e Creatività nel segno dell’Arte”, ideato da Ilaria Gianni e realizzato negli spazi della Fondazione Pastificio Cerere di Roma.