Creare insieme lo spazio. Gansterer e Grzymala a Roma

Galleria Marie-Laure Fleisch, Roma – fino al 6 febbraio 2016. Il duo composto da Nikolaus Gansterer e Monika Grzymala porta nella Capitale un’acuta indagine sulle diverse espressioni di convergenze spaziali e percettive.

Nikolaus Gansterer & Monika Grzymala - Proxemia - Galleria Marie-Laure Fleisch, Roma 2015 – courtesy Galleria Marie-Laure Fleisch and the artists - photo Giorgio Benni
Nikolaus Gansterer & Monika Grzymala - Proxemia - Galleria Marie-Laure Fleisch, Roma 2015 – courtesy Galleria Marie-Laure Fleisch and the artists - photo Giorgio Benni

La prossemica indaga il significato che viene assunto, nel comportamento sociale dell’uomo, dalla distanza che questi interpone tra sé e gli altri, tra sé e gli oggetti. Lavorando insieme per la prima volta, Nikolaus Gansterer (Klosterneuburg, 1974; vive a Vienna e Berlino) e Monika Grzymala (Zabrze, 1970; vive a Berlino) hanno dato vita a Proxemia – The Co-creation of Space. Le opere dialogano tra loro, sembrando riconoscere le reciproche differenze ma non per questo generando distanze. Al contrario, il tentativo, riuscito, è creare delle assonanze tra il modo di procedere di entrambi. Le lunghe strisce di nastro adesivo di Grzymala – abituata a lavorare in maniera performativa – sembrano trattenere il fiato, rispettose del lavoro meticoloso, parascientifico di Gansterer, che, più raccolto, indaga il confine tra scienza e cultura. Le loro spazialità, dunque, si riconoscono e comunicano, attraverso l’eco di gesti e processualità creative.

Francesca Castiglia

Roma // fino al 6 febbraio 2016
Nikolaus Gansterer & Monika Grzymala – Proxemia. The Co-creation of Space
MARIE-LAURE FLEISCH
Via di Pallacorda 15
06 68891936
[email protected]
www.galleriamlf.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/50294/nikolaus-gansterer-monika-grzymala-proxemia/

CONDIVIDI
Francesca Castiglia
Francesca Castiglia è nata a Roma nel 1984. Ha studiato Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università La Sapienza di Roma, approfondendo, in particolare, il contesto artistico statunitense della seconda metà del Novecento. Ha trascorso un periodo di studi in Francia e a New York, perfezionando la sua formazione con un Master in Economia e Management dell’Arte e dei Beni Culturali presso la Business School de Il Sole 24 Ore. Ha collaborato con diverse gallerie e fondazioni d’arte contemporanea capitoline (Valentina Bonomo, Nomas Foundation, Whitecubealpigneto), musei (Palazzo delle Esposizioni, Scuderie del Quirinale, Mercati di Traiano-Museo dei Fori Imperiali, Macro). Si è occupata, presso la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, di tematiche relative al Patrimonio Culturale Immateriale, collaborando inoltre con il Ministero degli Affari Esteri nell’ambito della Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea.