Tra parola e terra. Baruchello e Bentivoglio a Taranto

Fondazione Studio Carrieri Noesi, Martina Franca – fino al 20 dicembre 2015. Ultimi giorni per assistere al dialogo tra Gianfranco Baruchello e Mirella Bentivoglio, accomunati dalla passione per la natura tradotta in linguaggi artistici dal grande valore simbolico.

Mirella Bentivoglio, Progetto Uovo Trullo, 1979
Mirella Bentivoglio, Progetto Uovo Trullo, 1979

La mostra costruisce un dialogo tra Gianfranco Baruchello (Livorno, 1924) e Mirella Bentivoglio (Klagenfurt, 1922) attorno al tema della natura come cultura, cioè della traduzione linguistica visiva e narrativa del mondo organico. Tra i lavori esposti da Baruchello, lo stralcio dello storico libro La Quindicesima Riga (1968) e i video – Il grano (1974), Ballade (1996), Retard (1996) e Tic Tac (1998), montati insieme nell’opera The Coefficient (2011) – che rendono conto del complesso punto di vista alla base della sua opera, sospesa tra senso del tempo e agricoltura e giardinaggio, percepiti e praticati come sistemi alternativi di esistenza e di interpretazione del mondo.
Le opere della Bentivoglio – collage, fotografie, oggetti, performance – esplorano il confine tra il linguaggio e la forma. In Poesia all’albero (1976) e soprattutto nei progetti dell’Uovo Trullo (1979), ideati in occasione degli Incontri di Martina Franca, la forma elementare e simbolica dell’abitazione e della generazione umana viene inserita in un contesto urbano e antropologico. Questi lavori e gli altri come Fiore nero (1971), Tarta/ruga (1975) e lo strano e affascinante Animale/Vegetale – Unità del Cosmo (1990) ci lasciano intravedere una realtà artistica e culturale in cui il primigenio, l’origine, il femminile e la materia si oppongono e si fondono.

Christian Caliandro

Martina Franca // fino al 20 dicembre 2015
La parola e la terra – Gianfranco Baruchello, Mirella Bentivoglio
a cura di Lidia Carrieri e Anna D’Elia
FONDAZIONE STUDIO CARRIERI NOESI
Palazzo Barnaba
Via Principe Umberto 49
080 4801759
[email protected]
www.carrierinoesi.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/49547/gianfranco-baruchello-mirella-bentivoglio-la-parola-e-la-terra/

CONDIVIDI
Christian Caliandro
Christian Caliandro (1979), storico dell’arte contemporanea, studioso di storia culturale ed esperto di politiche culturali, insegna storia dell’arte presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia. È membro del comitato scientifico di Symbola Fondazione per le Qualità italiane. Ha pubblicato “La trasformazione delle immagini. L’inizio del postmoderno tra arte, cinema e teoria, 1977-’83” (Mondadori Electa 2008), “Italia Reloaded. Ripartire con la cultura” (Il Mulino 2011, con Pier Luigi Sacco) e “Italia Revolution. Rinascere con la cultura” (Bompiani 2013). Cura su “Artribune” le rubriche inpratica e cinema; collabora inoltre regolarmente con “La Gazzetta del Mezzogiorno”, “minimaetmoralia”, “che-Fare”. Ha curato mostre personali e collettive, tra cui: “The Idea of Realism // L’idea del realismo” (2013, con Carl D’Alvia), “Concrete Ghost // Fantasma concreto” (2014), entrambe parte del progetto “Cinque Mostre” presso l’American Academy in Rome; “Amalassunta Collaudi. Dieci artisti e Licini” presso la Galleria d’Arte Contemporanea “Osvaldo Licini” di Ascoli Piceno (2014); “Sironi-Burri: un dialogo italiano (1940-1958)” presso lo spazio CUBO (Centro Unipol Bologna, 2015); “RIFTS_Abate, Angelini, Veres” (Artcore, Bari 2015); “Opera Viva Barriera di Milano” (Torino 2016); “La prima notte di quiete” (i7-ArtVerona, 2016).