Burri e i poeti. Il centenario dell’artista in Calabria

MAON, Rende – fino al 27 febbraio 2016. Nel lungo anno in cui fioccano le iniziative per i cent’anni dell’artista umbro, l’omaggio del museo rendese. Che, in collaborazione con la Fondazione Burri, propone un dialogo tra il pittore e i poeti del suo tempo.

Alberto Burri, Copertina 24,1953-54 - Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri
Alberto Burri, Copertina 24,1953-54 - Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri

Come celebrare il centenario della nascita del grande Alberto Burri (Città di Castello, 1915 – Nizza, 1995) attivando un nuovo e originale spunto di riflessione per lo studio e la conoscenza attiva della sua opera? Il MAON di Rende punta l’attenzione su un aspetto tanto interessante quanto inesplorato della produzione dell’artista umbro e delle sue passioni intellettuali: la poesia e il rapporto con i poeti a lui contemporanei, appunto. Il percorso espositivo presenta una straordinaria e inedita serie di tavole realizzate da Burri per copertine di volumi – rigorosamente testi poetici – in edizioni particolari e limitate. Costituiscono una preziosa testimonianza delle relazioni che il pittore ebbe con poeti come Sinisgalli o Ungaretti in primis, per il quale nel 1968 creò una sua Combustione destinata alla raccolta di poesie d’amore tra il poeta e Bruna Bianco, intitolata Dialoghi. Sono in mostra poi le copertine per Emilio Villa, già finemente polimateriche, dove i rivoli d’inchiostro disegnano universi, galassie, cellule di microrganismi viventi che si inseguono sulla tela. Al centro del percorso un “grande Burri”, il Cellotex Eor 1 del 1985.

Valentina Tebala

Rende // fino al 27 febbraio 2016
Alberto Burri e i Poeti. Materia e suono della parola
a cura di Bruno Corà e Tonino Sicoli
MAON – MUSEO D’ARTE DELL’OTTO E NOVECENTO

Via De Bartolo 1
0984 444113
[email protected]
www.maon.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/49464/alberto-burri-e-i-poeti/

CONDIVIDI
Valentina Tebala
Valentina Tebala è critica e curatrice indipendente d’arte contemporanea. Laureata in Storia dell’Arte a Bologna con una tesi di ricerca in Teorie e Pratiche della Fotografia, ha frequentato il Corso per curatori della School for Curatorial Studies di Venezia e attualmente studia presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici di Bologna. Ha ideato e collaborato all’organizzazione e la curatela di mostre, progetti artistici ed editoriali presso spazi pubblici e privati in Italia, focalizzando maggiormente il suo lavoro e la sua ricerca in Calabria, dove vive. Ha realizzato contribuiti critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte; scrive per la rivista trimestrale d’arte contemporanea Smallzine e per Artribune. Fa parte dell’associazione non profit CatArTica Care – composta da artisti, musicisti, curatori e critici d’arte –, nata in provincia di Reggio Calabria per la promozione della cultura e delle arti contemporanee in dialogo costante con il territorio d’appartenenza e oltre i suoi confini.