Mr Di Maggio e Twoone. Decadenza e bellezza a Milano

Avantgarden Gallery, Milano – fino all’8 novembre 2015. Una doppia personale che parte dalla strada e lì si riflette, oltre le pareti espositive. Tra influenze di viaggio che oltrepassano le radici in gioco – giapponesi, australiane e italiane – la fragilità e l’introspezione rendono il percorso espositivo un moto dialettico.

Mr Di Maggio + Twoone – Imperfections Reflections - veduta della mostra presso Avantgarden Gallery, Milano 2015
Mr Di Maggio + Twoone – Imperfections Reflections - veduta della mostra presso Avantgarden Gallery, Milano 2015

Nel segno della rigogliosa Imperfections Reflections, la galleria di via Cadolini inaugura il proprio programma espositivo dando vita a un percorso che mira a creare letture dialettiche, tra il viaggio e il panorama, l’interiorità e l’estetica, l’effimera stasi del bello e la ricchezza del difetto, l’ecletticità e l’approfondimento di una singolarità. Una doppia personale che rende mutamenti interiori elementi di dialogo tra due street artist: Mr Di Maggio e Twoone (pseudonimo di Hiroyasu Tsury). Attraverso segni, disegni e dipinti su supporti disparatissimi, alcuni simboli del bene e rituali del male (come serpenti, pipistrelli, teschi e tribù selvagge) si stagliano numerosi, avvicendandosi senza posa. I lavori alle pareti, tra piccoli e medi formati, rendono infatti gravido di visioni un paesaggio iconografico figurativo e ricorrente, alla ricerca dell’attrazione che dà forma tanto alla bellezza quanto alla repulsione.

Ginevra Bria

Milano // fino all’8 novembre 2015
Mr Di Maggio + Twoone – Imperfections Reflections
AVANTGARDEN GALLERY
Via Cadolini 29
335 6833247
[email protected]
www.avantgardengallery.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/48528/mr-di-maggio-twoone-imperfections-reflections/

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.