Le figure apocalittiche di Gabriele Arruzzo. A Milano

Galleria Giuseppe Pero, Milano –fino al 31 ottobre 2015. “Apocalisse con figure” è l’esposizione personale dedicata all’artista di adozione pesarese Gabriele Arruzzo. Pittura contemporanea per temi ancestrali. E alla base, un atto di fede.

Gabriele Arruzzo, Painting a painting as a pain-thing (Melancolia 2013-2015), 2015
Gabriele Arruzzo, Painting a painting as a pain-thing (Melancolia 2013-2015), 2015

Nelle opere di Gabriele Arruzzo (Roma, 1976; vive a Pesaro) l’apocalisse è rappresentata attraverso quelle figure che per secoli hanno alimentato il mistero dell’iconoclastia religiosa classica. Effigi stereotipate che si rifanno alle tensioni degli incisori del Cinquecento. I nove quadri in mostra fanno parte della produzione degli ultimi sei mesi: una “rivelazione” messa su tela con smalti e acrilici in poco tempo, ma che ha fermentato a lungo. “Appese al muro come crocifissi”, le opere di Arruzzo alludono alla devozione e al patimento: un percorso che permette di percepire – sia a livello culturale, sia politico – il pericolo rappresentato da quel tipo di immagini che ancora oggi scuotono la nostra società. Immagini che diventano ipertesti, segni e simboli bidimensionali carichi di promiscuità. Apocalisse con figure può essere assimilata a un vero e proprio atto di fede, “rivelazione di cose tenute nascoste” – spiega l’artista di adozione pesarese – per permettere a chiunque vi si ponga davanti di sviluppare una propria visione personale.

Francesco Marinelli

Milano // fino al 31 ottobre 2015
Gabriele Arruzzo – Apocalisse con figure
GIUSEPPE PERO
Via Porro Lambertenghi 3
02 66823916
[email protected]
www.giuseppepero.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/47824/gabriele-arruzzo-apocalisse-con-figure/

CONDIVIDI
Francesco Marinelli
Francesco Marinelli è giornalista professionista, civitanovese dal 1986. Da luglio 2012 fa parte della redazione de ilPost.it. Ha fatto esperienza all’AdnKronos, a SkySport e a Radio24, con cui ha realizzato alcuni reportage, tra cui quello sul Teatro Valle di Roma occupato. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Urbino e ha una laurea in Scienze della Comunicazione, con una tesi sulla persuasione della comunicazione politica. Oltre all’economia politica e alla storia dei partiti italiani, studia da anni la tecnica della registrazione multitraccia. Su Twitter è @frankmarinelli.
  • G.A.

    Per un problema tecnico non imputabile ad Artribune i i colori della foto nell’articolo e di alcune di quelle nella gallery risultano falsati.
    Tutte le foto delle opere in mostra con i colori fedeli agli originali sono visibili qui: http://www.gabrielearruzzo.com/works.html