Alfredo Pirri. Da Pietrasanta a Firenze, con Eduardo Secci

Galleria Eduardo Secci, Firenze – fino al 15 gennaio 2016. Sodalizio che si rinnova, quello fra la galleria e Alfredo Pirri. Così, dopo la mostra estiva nella sede di Pietrasanta, ora c’è un nuovo appuntamento nel capoluogo toscano.

Alfredo Pirri – All'orizzonte - veduta della mostra presso la Galleria Eduardo Secci, Firenze 2015
Alfredo Pirri – All'orizzonte - veduta della mostra presso la Galleria Eduardo Secci, Firenze 2015

Continua il sodalizio tra Alfredo Pirri (Cosenza, 1957; vive a Roma) e la Galleria Secci: dopo la prima personale inaugurata ad agosto a Pietrasanta, adesso è il momento della sede fiorentina. Qui la mostra All’orizzonte presenta opere di diversa natura e cronologia, legate però dalla ricerca dell’artista calabrese di quello spazio che lega l’arte all’architettura. La prima opera presentata è dunque una grande installazione formata da sette teche che contengono pezzi di cartone stracciato e illuminato da specchi circolari; il tutto concorre a evocare un immaginario quasi alieno. Proseguendo il percorso, lo spettatore ha davanti le due Arie: opere in plexiglas ricoperte da piume spolverate con pigmenti in polvere e due lavori su carta, superficie che Pirri tratta come fattore tridimensionale, arrivando a creare suggestivi “spazi di luce”. Ma il pezzo forte arriva al piano di sotto: racchiuso in una teca trasparente e illuminato da sotto in modo da sdoppiarne l’immagine, vi è un cono rovesciato sulla cui superficie viene srotolato il calco di una pellicola cinematografica. È un’opera che coinvolge chi la guarda, quasi ipnotizzando, pur nel perfetto equilibrio tra materialità e spazio vuoto.

Giovanna Batolo

Firenze // fino al 15 gennaio 2016
Alfredo Pirri – All’orizzonte
a cura di Arabella Natalini
EDUARDO SECCI 
Via Maggio 51r
055 283506
[email protected] 
www.eduardosecci.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/48041/alfredo-pirri-allorizzonte/

CONDIVIDI
Giovanna Batolo
Giovanna Batolo (Messina, 1988). Ottenuta la laurea triennale in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Messina, consegue la laurea magistrale in Storia dell'Arte Contemporanea presso l'Università degli Studi di Firenze con una tesi incentrata sulla figura di Pippo Rizzo, principale esponente del Futurismo in Sicilia. Da maggio 2015 frequenta il Master in Management degli Eventi Artistici e Culturali presso l'associazione Palazzo Spinelli di Firenze con l'intento di far diventare la sua grande passione per l'arte contemporanea un lavoro a tutti gli effetti.