Emmanuele De Ruvo. L’energia è equilibrio

Montoro12, Roma – fino al 31 ottobre 2015. Dopo aver esposto alla White Box Gallery di New York e alla Milk & Lead Gallery di Londra, l’artista napoletano torna a Roma per la seconda personale ospitata dalla Montoro12. Con una mostra che congiunge la scienza e l’arte alla ricerca di una condizione di stabile armonia.

Emmanuele De Ruvo – Degrees of Freedom - veduta della mostra presso Montoro12, Roma 2015
Emmanuele De Ruvo – Degrees of Freedom - veduta della mostra presso Montoro12, Roma 2015

I gradi di libertà di Emmanuele De Ruvo (Napoli, 1983) sono misurazioni fisiche ed estetiche che originano equilibri e bilanciamenti tra lastre di vetro, macchine da scrivere, magneti, fogli di carta, binari e piani di ardesia. Ciò che sembra sospendersi in un equilibrio precario è dominato da leggi fisiche che ne assicurano la perfetta stabilità: un foglio di carta regge il peso di una macchina da scrivere così come una lastra di vetro è tenuta sospesa da un solo magnete. L’opera di De Ruvo è una messa in azione di forze che generano energia. L’energia è vita, e per questo si assiste, nonostante fissità dei corpi, allo svolgersi di un’azione. Le trazioni, pressioni, attrazioni e contrapposizioni che governano le composizioni rimandano, metaforicamente, agli equilibri che presiedono la vita organica e psicologica dell’uomo, frutto del bilanciamento tra fragilità e forza, emotività e raziocinio.

Giulia Pareschi

Roma // fino al 31 ottobre 2015
Emmanuele De Ruvo – Degrees of Freedom
a cura di Guglielmo Gigliotti

MONTORO12
Via di Montoro 12
06 68308500
[email protected]
www.montoro12.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/47621/emmanuele-de-ruvo-degrees-of-freedom/

CONDIVIDI
Giulia Pareschi
Giulia Pareschi è nata a Ferrara nel 1987. Consegue la laurea triennale in Tecniche artistiche dello spettacolo con la tesi sperimentale “Qualcosa d’altro oltre i Minotauri”, riflessione su un’esperienza di teatro sociale attivata da Roberta Ziosi, direttrice del Teatro Comunale di Ferrara. Consegue la laurea magistrale in Storia dell’arte all’Università Cattolica di Milano, con una tesi riguardante l’esperienza artistica e accademica di Alberto Garutti e della sua “scuola” di allievi. Nel 2013 lavora presso la galleria Magazzino d’arte moderna di Roma e nel 2014 inizia la collaborazione con la z2o Sara Zanin Gallery. Ama l’arte, il cinema e il teatro e ama scrivere di ciò che la appassiona.