Un Ugo La Pietra… saporito da Nuages

Galleria Nuages, Milano – fino al 23 maggio 2015. Leggere come gli odori, intriganti come i sapori. Sono le serie – disegni e ceramiche – esposte da Ugo La Pietra. In una mostra che è anche l’occasione per pubblicare un volume: sul cibo, of course, ma indagandone gli aspetti più sottili e spiritosi.

Ugo La Pietra, ceramiche di Caltagirone, atelier di Niccolò Morales, 2015, courtesy l’artista e Galleria Nuages
Ugo La Pietra, ceramiche di Caltagirone, atelier di Niccolò Morales, 2015, courtesy l’artista e Galleria Nuages

Ho associato, fin da bambino, molti odori e sapori alla fisionomia delle persone”. E allora Ugo La Pietra (Bussi sul Tirino, 1938) popola i vasi delle erbe aromatiche con figurine che hanno tutta l’aria di essere lo zio o il fruttivendolo, la vicina di casa o la nonna. È un racconto divertente, che si svolge tra i disegni della serie Associazioni, che continua nelle Trasfigurazioni e nei Suggerimenti, preludio al progetto per oggetti in ceramica destinati agli odori e ai sapori della cucina. Questo è quel che si svolge sulle pareti. Sulle mensole e sui mobili, invece, sono disseminate le ceramiche: dalla celebre testa Calabria – un inno al peperoncino – ai più sobri vasi prodotti a Nove, in provincia di Vicenza, fino alle tondeggianti donnine nude che si occupano delle piantine profumate e ancora alla serie ironica dei cornetti portafortuna.

Marta Santacatterina

Milano // fino al 23 maggio 2015
Ugo La Pietra – Odori e Sapori. Le diversità
NUAGES
Via del Lauro 10
02 72004482
[email protected]  
www.nuages.net

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/44483/ugo-la-pietra-odori-e-sapori/

CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Marta Santacatterina è giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte, titolo conseguito presso l'Università degli Studi di Parma. È editor freelance per conto di varie case editrici e, dal 2015, ricopre il ruolo di direttore sia di Fermoeditore sia della rivista online della stessa casa editrice, "fermomag", sulla quale cura in particolare le rubriche dedicate all'arte e alle mostre. Collabora con "Artribune" fin dalla nascita della rivista, nel 2011.