La pittura oltre la pittura. Ull Hohn (e Tom Burr) da Peep-Hole

Peep-Hole, Milano – fino al 6 giugno 2015. “Painting, painting” ripercorre tutti i momenti della produzione di Ull Hohn. La disposizione dei dipinti, diacronica, è strutturata a partire da due serie della fine degli Anni Ottanta, “Nine Landscapes” e “Untitled (Off The Wall)”.

Ull Hohn – painting, painting – veduta della mostra presso Peep-Hole, Milano 2015
Ull Hohn – painting, painting – veduta della mostra presso Peep-Hole, Milano 2015

Ull Hohn (Trier, 1960 – Berlino, 1995) connota i segni di una storia della pittura. Dopo aver cominciato a studiarla all’età di 24 anni, trasferendosi a Berlino, nel 1984, Hohn si iscrive alla Künstakademie di Düsseldorf e diventa allievo di Gerhard Richter. A partire dal suo trasferimento a New York nel 1986, parteciperà a un Whitney Independent Study Program ed esporrà persino all’American Fine Arts, per morire a 35 anni. Negli spazi di Peep-Hole, i neonati sospesi, dai contorni dissipati, della serie Infant (1988), di netta influenza richteriana, così come gli ultimi lavori di Interesting Shape (1993), portano alla luce l’estrema cangianza, la famelica scrittura pittorica di Hohn, alla continua ricerca di una misura, di una impronta.
Nelle sale di via Stilicone emergono come soglie antecedenti le installazioni di Tom Burr (New Haven, 1963; vive a New York) che, grazie a diverse annotazioni scritte, ricorda: “Quando ho conosciuto Ull nel 1987, una parete separava i nostri studi. A volte lo sentivo dipingere, se il quadro a cui stava lavorando era appeso su questa parete comune. Sentivo il leggero tocco e lo sfregamento del pennello, il vibrare della tavola sul muro, così come la sua onnipresente disco music”.

Ginevra Bria

Milano // fino al 6 giugno 2015
Ull Hohn – painting, painting
with frame by Tom Burr
PEEP-HOLE 
Via Stilicone 10
339 7656292
[email protected]
www.peep-hole.org

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/43632/ull-hohn-painting-painting/

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.