Il tempo e la memoria di Lara Favaretto. In mostra da Noero

Galleria Franco Noero, Torino – fino al 30 maggio 2015. La quarta personale di Lara Favaretto da Noero è una mostra concepita sui concetti di tempo, traccia e memoria. Inseriti in un contesto di ridefinizione del significato dei termini stessi all’interno dello spazio della galleria.

Lara Favaretto - Redefine – veduta della mostra presso la Galleria Franco Noero, Torino 2015 - photo Sebastiano Pellion di Persano
Lara Favaretto - Redefine – veduta della mostra presso la Galleria Franco Noero, Torino 2015 - photo Sebastiano Pellion di Persano

Nella mostra Redefine, Lara Favaretto (Treviso, 1973) disegna una sorta di mappa che orienta lo spettatore nelle profondità delle differenti collocazioni spazio-temporali della sua opera. Il tempo oscilla e viene continuamente messo in discussione, soprattutto nel trittico di dipinti ricoperti di lana. La comprensione dell’immagine è possibile solo guadagnando la giusta distanza nello spazio e mutando il punto di vista. Lo stesso scatto concettuale va applicato a Momentary Monument, composto da nove elementi in cemento con una valenza scultorea simbolica, acquisita grazie allo spazio occupato nel presente, per il fatto stesso di essere stati scelti dall’artista per essere ridefiniti semanticamente. Il valore del tempo è rinegoziato anche nell’allestimento al centro della galleria: tavoli in legno riempiti con polvere d’oro sui fori dei tarli. Anche in questo caso si ridà una nuova connotazione al passaggio del tempo, mutando ancora una volta la prospettiva su un nuovo e possibile livello di lettura del reale nel presente, attraverso un intervento sul passato.

Eugenio Giannetta

Torino // fino al 30 maggio 2015
Lara Favaretto – Redefine
Franco Noero

Via Mottalciata 10b
327 1491932
[email protected]
www.franconoero.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/43947/lara-favaretto-redefine/

CONDIVIDI
Eugenio Giannetta
Eugenio Giannetta vive a Torino. Giornalista e storyteller impegnato nella comunicazione per il Terzo Settore. Si è Laureato alla Facoltà di Lettere di Torino e ha frequentato la Scuola di Giornalismo e Relazioni Pubbliche Carlo Chiavazza. Dal 2010 è iscritto all’Ordine Nazionale dei Giornalisti Pubblicisti. Ha conseguito un Master in Comunicazione Sociale presso la Facoltà teologica di Torino. Ha partecipato a workshop di scrittura presso la Scuola Holden e con Davide Calì, aggiornandosi anche come addetto stampa presso il collettivo di giornalisti Lettera Ventitrè. Collabora con diverse testate giornalistiche per le quali si occupa di letteratura, attualità e sport.
  • cose a caso. Ma qualsiasi cosa avremo messo in galleria sarebbe andata benissimo.

  • Diego

    ma che mostra è? ma ci rendiamo conto?
    per fortuna questa linea è sempre meno sexy, sempre meno cool

  • Whitehouse

    Infatti, adesso è cool svuotare il museo archeologico. Penso che dipenda da un mercato che guarda solo il logo e non guarda le opere. Noero? De Carlo? Allora lo compro. http://www.MyDuchamp.com