Alex Da Corte. Atto primo e atto secondo, da Giò Marconi

Galleria Giò Marconi, Milano – fino al 30 maggio 2015. La prima personale italiana di Alex Da Corte si concentra sull’adattamento di “Aspettando Godot”. I lavori esposti fanno prendere vita, iperbolicamente, ai contrasti rilevati da Beckett nella società americana. Fondendosi con le scenografie di un’altra opera scritta dall’artista: “Devil Town”.

Alex Da Corte - Devil Town – veduta della mostra presso la Galleria Giò Marconi, Milano 2015 - photo Filippo Armellin
Alex Da Corte - Devil Town – veduta della mostra presso la Galleria Giò Marconi, Milano 2015 - photo Filippo Armellin

Alex Da Corte (Camden, New Jersey, 1981; vive a Philadelphia) allestisce nei nuovi spazi della galleria un diorama apotropaico, diviso fra toni caldi e freddi. Tra rievocazioni della superstizione e una conseguente esasperazione delle forme rappresentative, la personale si sviluppa accompagnando il visitatore all’interno di una scenografia desertificata, creata per assistere a un atto, un gesto, un’azione o un mero accadimento atteso, in procinto di manifestarsi da dietro le quinte. Sebbene la scrittura visiva, all’interno di Devil Town, non risulti sempre, volutamente forse, dalla densità omogenea, la forza compositiva e la compattezza linguistica, tra scritte al neon, animali impagliati, staccionate e alberi da Sabba, formula prodromi e nozioni di rilievo in vista della mostra di Da Corte che verrà inaugurata nel marzo 2016 al Mass MoCA – Massachusetts Museum of Contemporary Art.

Ginevra Bria

Milano // fino al 30 maggio 2015
Alex Da Corte – Devil Town
GIÒ MARCONI
Via Tadino 20
02 29404373
[email protected]
www.giomarconi.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/43644/alex-da-corte-devil-town/

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.