Cerimonia in giallo per Maziar Mokhtari

Dino Morra Arte Contemporanea, Napoli – fino al 15 maggio 2015. Una basilica ipogea nel cuore della città antica. Così l’iraniano Maziar Mokhtari interpreta i nuovi spazi della galleria per allestire la sua “Ceremony”.

Maziar Mokhtari – Ceremony - veduta della mostra presso Dino Morra Arte Contemporanea, Napoli 2015
Maziar Mokhtari – Ceremony - veduta della mostra presso Dino Morra Arte Contemporanea, Napoli 2015

Terzo cambio di sede in pochi anni per l’instancabile galleria partenopea Dino Morra Arte Contemporanea, che sembra aver trovato la dimensione giusta per una serie di progetti site specific in una sala voltata, come una grande cisterna sottoposta al livello stradale. Il primo a interpretare il nuovo spazio è Maziar Mokhtari (Isfahan, 1980; vive a Roma), che ha trasformato in installazione ambientale i set fotografici allestiti in precedenza lungo le strade della sua città natale, caratterizzata da muri gialli. I suoi “pellegrini”, le sedie con drappi, le bandiere compaiono all’interno della galleria a svelare il fascino e il mistero di certe sue opere a stampa, con una serie di citazioni vicine all’Arte Povera che, più di objet trouvé, sanno un po’ di déjà-vu.

Giovanna Procaccini

Napoli // fino al 15 maggio 2015
Maziar Mokhtari – Ceremony

a cura di Chiara Pirozzi
DINO MORRA

Piazza Enrico De Nicola 46
081 0332263
[email protected]
www.dinomorraartecontemporanea.eu

MORE INFO:
www.artribune.com/dettaglio/evento/43343/maziar-mokhtari-ceremony/

CONDIVIDI
Giovanna Procaccini
Giovanna Procaccini, nata a Napoli, vive a Milano. È laureata in architettura e specializzata in storia dell’arte all’Università degli Studi di Napoli Federico II. È diplomata come addetto alla conservazione e restauro dei dipinti su tela. Critica e curatrice, si occupa d’arte contemporanea in ogni suo aspetto. Ha lavorato come assistente presso la Cardi Galleria d’Arte di Milano e la Galleria Alfonso Artiaco di Napoli. Ha svolto contratti a progetto con il PAN | Palazzo delle Arti Napoli e con la Fondazione Internazionale Studi Superiori di Architettura. Si è occupata di didattica per Progetto Museo e per gli Amici dei Musei - Sezione Giovanile di Napoli. Ha curato mostre di architettura e di artisti emergenti presso spazi pubblici e private gallerie d’arte. È stato consulente tecnico d’ufficio per il Tribunale di Napoli e svolge ruolo di consulente per collezionisti d’arte. Collabora con il tour operator dell’arte Elesta Travel di Milano. Ha collaborato con le piattaforme editoriali Exibart e Zero. Dalla sua fondazione, nel 2011, collabora con Artribune.