Sara Benaglia e il nuoto sincronizzato sugli autobus di Bergamo

Cripta di San Michele al Pozzo Bianco, Bergamo – fino al 5 aprile. Un’indagine sociologica restituisce alla fotografia un segno e una consapevolezza. La ricerca di Sara Benaglia su “Il bagno di Diana” evolve in un progetto rivolto alle bambine, alle adolescenti, alle donne.

Sara Benaglia, Bagno di Diana, 2015
Sara Benaglia, Bagno di Diana, 2015

L’unione tra più corpi muove il confine della singola persona verso un nuovo organismo collettivo”, suggerisce Mauro Zanchi introducendo uno dei percorsi espositivi più segreti e, allo stesso tempo, più sensibilizzatori per l’intera città di Bergamo. Nella Cripta di San Michele al Pozzo Bianco, la personale di Sara Benaglia (Bergamo, 1983), Stella del Mattino, si trasforma in una testimonianza performativa messa in scena dalle atlete della ASD Bergamo Nuoto Sincronizzato. Le scenografie delle danzatrici acquatiche, riprese dall’alto, dall’obiettivo di Benaglia, incarnano esattamente i simboli degli antichi culti di Diana (riti che costellano una lunga tradizione di dee madri) esplicitando, attraverso l’esercizio e il rigore della schematicità, una modalità di autocoscienza sia individuale sia collettiva, attuata tramite un moto di accorpamento, quale forma di comunicazione interpersonale empatica, non linguistica.

Ginevra Bria

Bergamo // fino al 5 aprile 2015
Sara Benaglia – Stella del Mattino
a cura di Mauro Zanchi
CRIPTA DI SAN MICHELE AL POZZO BIANCO
Via Porta Dipinta
o-o-oo-o-o.tumblr.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/43004/sara-benaglia-stella-del-mattino/