Le arborescenze di Davide Coltro. A Trento

Paolo Maria Deanesi Gallery, Trento – fino al 30 maggio 2015. Pittura, fotografia, disegno, tecnologie di modellazione tridimensionale e rendering. Tutte insieme sono chiamate a ripensare la pittura e il quadro. Non un racconto, ma uno studio del reale che innesca nuovi modelli visivi mai assoluti.

Davide Coltro, Arborescenze
Davide Coltro, Arborescenze

L’arte di Davide Coltro (Verona, 1967) è da anni al centro dell’attenzione di diverse realtà museali nazionali e internazionali. La sua è una riflessione sulle modalità espressive derivate dagli sviluppi delle nuove tecnologie. È sicuramente dai suoi quadri elettronici che bisogna partire per compiere un viaggio contemporaneo in questo ambito. In Arborescenze presenta architetture floreali astratte, in cui l’albero tradizionale e il bonsai convivono in unica forma, rimandando concettualmente alle classificazioni botaniche. Ma sono gli statuti tecnologici che a Coltro interessano, portandolo a un’elaborazione infinita di enti astratti e costruiti. Il progetto teorico è quello di forzare il limite della pittura e della sua materialità ma restando nella pratica pittorica stessa: l’elemento tempo è quello che invece viene richiesto all’osservatore. Una sorta d’impegno percettivo con la conseguente riflessione mentale su ciò che vede.

Claudio Cucco

Trento // fino al 30 maggio 2015
Davide ColtroArborescenze
PAOLO MARIA DEANESI
Via Santissima Trinità 12

348.2330764
[email protected]
www.paolomariadeanesi.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/43177/davide-coltro-arborescenze/

CONDIVIDI
Claudio Cucco
Claudio Cucco (Malles Venosta, 1954) attualmente è residente a Rovereto. I suoi studi di Filosofia sono stati fatti a Bologna, è direttore della Biblioteca di Calliano (TN) e critico d’arte. S’interessa principalmente di arte contemporanea e di architettura e dell’editoria legata a questi due linguaggi. Collabora con il quotidiano L’Adige, con la rivista Arte e Critica e la rivista Nuova Informazione Bibliografica, edita da Il Mulino. Dal 2011 fa parte dei collaboratori di Artribune, dopo aver collaborato per anni a Exibart e precedentemente a Tema Celeste.