La mappa ideale di Santa Fe. Da Cuba a Genova

Vlla Croce, Genova – fino al 5 aprile 2015. Due visual artist sono sbarcate a Santa Fe per tracciare una mappa ideale della periferia cubana. Un progetto che ai contenuti estetici accosta la questione dell’aspetto sociale nell’arte figurativa contemporanea.

Giuditta Nelli & Anna Positano – Mapas2 - veduta della mostra presso Villa Croce, Genova 2015 - photo Maura Ghiselli
Giuditta Nelli & Anna Positano – Mapas2 - veduta della mostra presso Villa Croce, Genova 2015 - photo Maura Ghiselli

Metti un circolo Arci che da tempo sostiene importanti progetti internazionali, un museo d’arte contemporanea in piena evoluzione e due giovani artiste nostrane che hanno girato per Santa Fe, periferia dell’Avana, Cuba, con macchina fotografica e telecamera alla mano. Il risultato di questo collaborazione è la mostra-documentario Mapas2, un progetto che ai contenuti tecnici ed estetici accosta senza troppa presunzione anche uno spunto per approfondire la questione dell’aspetto sociale nell’arte figurativa contemporanea.
Possiamo chiamarlo reportage, studio antropologico o mappa ideale della città: resta il fatto che Anna Positano e Giuditta Nelli restituiscono un quadro di Santa Fe diretto e partecipato, che documenta il lavoro fatto da Arci Liguria a Cuba in questi ultimi tre anni.

Giuditta Nelli & Anna Positano – Mapas2 - veduta della mostra presso Villa Croce, Genova 2015 - photo Maura Ghiselli
Giuditta Nelli & Anna Positano – Mapas2 – veduta della mostra presso Villa Croce, Genova 2015 – photo Maura Ghiselli

La loro ricerca coinvolge il paesaggio e l’uomo che lo abita, e considera questi due elementi come un unico indistinto soggetto, attorno al quale ruota la poetica dei progetti sviluppati, Widespread Stares. Mapas² (di Giuditta Nelli) e Santa Fé. Mapa ‘Biográfica’ (di Anna Positano), la cui realizzazione inizia e si conclude in entrambi i casi con un’analisi socio-culturale del territorio. Due lavori distinti ma complementari, in cui si percepisce il coinvolgimento in prima persona delle autrici che, nel loro soggiorno cubano, hanno incluso “attivamente la comunità nella lettura, rilettura e traduzione dei propri luoghi” realizzando laboratori urbani, come quello di fotografia stenopeica, oppure scoprendo Santa Fe prioprio tramite il dialogo e l’interazione con i locali.
Attraverso il video e la fotografia, Anna e Giuditta intraprendono un percorso di ricerca e di studio ambientale del territorio e delle sue tradizioni, declinando soprattutto alla loro ispirazione la responsabilità di mettere in scena una parafrasi intima e al contempo collettiva e sociale della realtà che si vive nella periferia popolare cubana.

Giuditta Nelli & Anna Positano – Mapas2 - veduta della mostra presso Villa Croce, Genova 2015 - photo Maura Ghiselli
Giuditta Nelli & Anna Positano – Mapas2 – veduta della mostra presso Villa Croce, Genova 2015 – photo Maura Ghiselli

Mapas2 è l’istantanea di uno spaccato urbano complesso e culturalmente in continua evoluzione, il quale viene restituito con una profondità di analisi che penetra sino al tessuto cellulare di questi luoghi, ma che al tempo stesso ne rivela anche l’aspetto fiosiognomico e impalpabile, composto da quei dettagli che suggeriscono come si possano raccontare lucidamente la realtà e al contempo dimostrare quanto l’attenzione verso la struttura di un’immagine possa determinare come e quando la forma diventa bellezza.

Maura Ghiselli

Genova // fino al 5 aprile 2015
Giuditta Nelli & Anna Positano – Mapas2
a cura di Ilaria Bonacossa
VILLA CROCE
Via Jacopo Ruffini 3
010 580069
[email protected]
www.museidigenova.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/42843/mapas2/

CONDIVIDI
Maura Ghiselli
Maura Ghiselli, nata a Genova nel 1981. Vive tra la sua città e Milano. Si laurea in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Ha frequentato corsi di Storia dell’Arte e Antropologia Culturale presso l’Università Miguel Hernandez di Alicante e ha ultimato il suo percorso formativo post-universitario seguendo un master all’Istituto Europeo di Design e un Master alla Fondazione FORMA per la Fotografia, entrambi a Milano. Collabora per diversi anni con la galleria d’arte contemporanea Satura Art Gallery a Genova, come curatrice e critico d’arte (tra le mostre curate la Rassegna Il Muro, presso Mikalojus Konstantinas Čiurlionis National Art Museum di Kaunas, Lituania, con il patrocinio del Mikalojus Konstantinas Čiurlionis National Art Museum e Istituto Italiano di Cultura Vilnius e la Rassegna Volando con la Gazza Ladra, presso Palazzo Ducale di Genova, in collaborazione con la Fondazione per la Cultura Genova Palazzo Ducale). Collabora anche con Studio44, un’altra galleria del circuito genovese, per la quale cura la critica relativa ad alcuni eventi. Dal 2011 recensionista per Exibart, nel 2014 passa ad Artibune.