Teodoro Lupo. Il caso è sempre curioso

Plus_P, Milano – fino al 28 febbraio 2015. In locali spogli, ipogei e quasi “rupestri”, il fotografo-artista trevigiano dissemina le pareti di indizi. Prove fotografiche e diapositive da un mondo simile a quello di ogni giorno, ma che cresce capovolto. Con il cielo che fiorisce sulla strada.

Teodoro Lupo - The Curious Case of Benjamin Button (sesto racconto) – veduta della mostra presso Plus_P-The Small, Milano 2015
Teodoro Lupo - The Curious Case of Benjamin Button (sesto racconto) – veduta della mostra presso Plus_P-The Small, Milano 2015

Giancarlo Petriglia, designer milanese di borse, proprietario dello spazio Plus_P, ospita un artista, un fotografo, Teodoro Lupo (Treviso, 1975; vive a Berlino), nelle sale spoglie, ipogee di The Small, locale con cucina (a piano terra) gestito da Alessandro Lo Piccolo. Al di sotto, appena sotto la trafficata via Buenos Aires, la personale di Lupo porta a Milano le tracce di un progetto creato come sviluppo di un’osservazione urbana, realizzato in Trentino, dal titolo Rose avventate. Il lavoro è un’installazione in tre parti: una foto di una rosa cresciuta all’interno di una canalina elettrica e poi sbocciata sulla cima di un palo; una proiezione del fenomeno visto nel tempo e nello spazio; nonché una sorta di fraseggio fotografico composto da 81 finestre. Nonostante, esternamente, l’illuminazione si presenti inadeguata, le stampe non siano perfette, le foto siano talvolta ordinarie e persista un’assenza di un addensante narrativo, la mostra, dal suo interno, regala piccole, grandi, poetiche intuizioni, perché “ci vuole una forza infinita per percorre tutta la strada al buio e fiorire sopra tutti gli altri”.

Ginevra Bria

Milano // fino al 28 febbraio 2015
Teodoro Lupo – The Curious Case of Benjamin Button (sesto racconto)
a cura di Federica Tattoli
PLUS_P – THE SMALL
Via Paganini 3
http://toja-exhibition.tumblr.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/42287/teodoro-lupo-the-curious-case-of-benjamin-button/

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.