I giochi di potere di Adelita Husni-Bey. A Laveronica di Modica

Galleria Laveronica, Modica – fino al 28 marzo 2015. Giornalisti, politici, lavoratori, attivisti e banchieri. Ogni categoria interpretata da un gruppo di studenti. Un gioco di ruolo inscenato al Maxxi e diventato una mostra in Sicilia.

Adelita Husni-Bey, Politici Politicians dalla serie from the series Agency-giochi di potere Agency power games 2014 C-print 110 x 146,67 cm Courtesy of the artist and Laveronica arte contemporanea
Adelita Husni-Bey, Politici dalla serie Agency-giochi di potere 2014 C-print 110 x 146,67 cm Courtesy of the artist and Laveronica arte contemporanea, Modica

Una serie di lavori a sfondo politico-sociale, di denuncia, di rifiuto del sistema. Il titolo Il Principe, la Classe e lo Stato sottolinea le relazioni di potere tra caste in una società di tipo contemporaneo. La mostra di Adelita Husni-Bey (Milano, 1985; vive a New York) alla Galleria Laveronica di Modica è composta principalmente da fotografie che ruotano attorno al video Agency – giochi di potere, tratto da una simulazione svoltasi lo scorso aprile al Maxxi di Roma. Protagonisti, alcuni studenti del Liceo Manara della capitale. Gli alunni, divisi in cinque categorie (giornalisti, politici, lavoratori, attivisti e banchieri), si sono calati ciascuno nel loro ruolo riflettendo, in conseguenza delle scelte fatte, sulle dinamiche di potere nella società odierna. La simulazione è stata preceduta da alcuni incontri con opinion leader dei vari settori, affinché gli studenti potessero avere una migliore percezione delle categorie scelte. Un progetto che rientra nel percorso di analisi di Adelita sulla rappresentazione delle ideologie egemoniche nelle società occidentali.

Giovanni Scucces

Modica // fino al 28 marzo 2015

Adelita Husni-Bey – Il Principe, la Classe e lo Stato
LAVERONICA
Via Grimaldi 93
0932 948803
[email protected]
www.gallerialaveronica.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/41147/adelita-husni-bey-il-principe-la-classe-e-lo-stato 

 

 

CONDIVIDI
Giovanni Scucces
Giovanni Scucces nasce a Modica (RG) nel 1983. La sua attività e i suoi interessi vertono su arte, giornalismo, curatela e comunicazione. Laureatosi nel 2008 in Scienze della Comunicazione alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania, l’anno seguente intraprende l’attività di freelance con alcune testate giornalistiche locali e di settore (Tribeart, Teknemedia, Lobodilattice). Dal 2013 è giornalista pubblicista. Ha collaborato in qualità di assistente con la galleria LAVERONICA arte contemporanea di Modica e successivamente con la galleria CLOU di Ragusa come responsabile dello spazio e della comunicazione. Attualmente frequenta il corso di laurea magistrale in Storia dell’arte e beni culturali presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’ateneo catanese.