Luigi Ghirri e l’immagine impossibile. A Firenze

Galleria Poggiali & Forconi, Firenze – fino al 20 gennaio 2015. “L’immagine impossibile” presenta al pubblico toscano una selezione di fotografie vintage realizzate da Luigi Ghirri tra il 1979 e il 1992. Ulteriore tappa del riconoscimento dell’opera di un maestro della fotografia.

Luigi Ghirri - L’immagine impossibile - Galleria Poggiali e Forconi, Firenze 2014
Luigi Ghirri - L’immagine impossibile - Galleria Poggiali e Forconi, Firenze 2014

Gli ultimi tre anni sono stati davvero decisivi per rivalutare l’intero corpus di Luigi Ghirri (Scandiano, 1943 – Roncocesi, 1992), dalla sezione inserita nell’esposizione ILLUMInations alla Biennale di Venezia nel 2011 a quella di Rivoli nel 2012, passando attraverso il Padiglione Italia del 2013 fino a giungere alla grande retrospettiva al Maxxi di Roma nello stesso anno: esposizioni grazie alle quali il grande pubblico è stato informato dell’arte del maestro emiliano. Eppure diventa puntualmente un piacere rivedere i suoi scatti delicati e lievemente saturi, visionari, capaci di tradurre in poesia la normalità a tratti anche banale offerta dalla vita quotidiana. Ghirri reinventa la possibilità di rappresentare il rappresentato, sperimentando nelle sue immagini le relazioni tra l’uomo e i segni del suo passaggio, presente o più remoto attraverso il legame con l’architettura.
La mostra fiorentina racconta per raggruppamenti tematici un pezzo importante della storia dell’artista di Scandiano e lo fa con Modena, Pisa, del 1979, Ponza, Padova del 1986 e poi con parte della serie de Il giardino di Pozzi del 1990 per concludere con una decina di scatti che esplorano minuziosamente il Ciclo pittorico di Piazza Betlemme a San Giovanni in Persiceto del 1991-1992. Quasi una sorta di testamento prima della sua prematura scomparsa.

Gino Pisapia

Firenze // fino al 20 gennaio 2015
Luigi Ghirri – L’immagine impossibile
a cura di Angela Madesani
POGGIALI E FORCONI
Via della Scala 35a
055 287748
[email protected]
www.poggialieforconi.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/38585/luigi-ghirri-limmagine-impossibile-danilo-bucchi/

CONDIVIDI
Gino Pisapia
Classe 1981, Gino Pisapia è critico d’arte e curatore indipendente, indaga e si occupa di ricerca sulle ultimissime esperienze artistiche, vive e lavora a Firenze. Nel 2006 si è laureato in Storia dell'arte Contemporanea all'Università di Napoli, nel 2007 ha conseguito un master in Management dei Beni Culturali promosso dalla Regione Campania. Ha ideato e realizzato progetti di didattica museale integrata, nel 2008 ha scritto e diretto il documentario Astrazione Napoletana sull'opera di Renato Barisani e dal 2007 al 2010 ha collaborato con la Galleria Lia Rumma di Napoli/Milano. Ha tenuto lezioni di storia dell'arte e fatto parte di varie giurie per l'assegnazione di premi legati alla cultura e all'arte contemporanea. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati tra cui Memories; vertigine [di]segno; Tempus edax rerum; Elements; Cleo Fariselli. I suoi contributi critici sono presenti in diverse pubblicazioni. Scrive per Exibart, ArsKey e Artribune.