L’arte è tutta un codice. Corrado Veneziano e gli Isbn

Palazzo Svim al Faro, Bari – fino al 14 gennaio 2015. L’ultima produzione di Corrado Veneziano connette la pittura con la letteratura per astrarre i codici ISBN. Le barre sulla quarta di copertina diventano i tramiti per raccontare un mondo. Anzi, molti mondi: da Robert Musil a Giustiniano, fino ai testi sacri orientali.

Corrado Veneziano, ISBN 88-399-2188-8, 2014, olio su tela, cm 70x140
Corrado Veneziano, ISBN 88-399-2188-8, 2014, olio su tela, cm 70x140

Codici che diventano soggetto di un’opera d’arte. Gli ISBN, le barre che identificano la produzione libraria, sono i protagonisti dell’opera di Corrado Veneziano in mostra a Palazzo Svim al Faro di Bari, per la curatela di Lia De Venere. Stesure a olio, superfici liquide e acquerellate lasciano galleggiare le forme che perdono di geometria per affiorare come in una carta di riso cinese. I codici diventano, tuttavia, una sorta di QR code. Se non ci è dato conoscere il contenuto del testo al quale la singola tela richiama, restano alcuni indizi a lasciarlo trapelare. L’occhio più attento scorgerà segni inequivocabili, tracce della grande letteratura occidentale, linguaggi cuneiformi, ma soprattutto, a farla da padrone, testimonianze della tradizione sacra, e non solo, orientale per la quale molte delle opere di Veneziano tradiscono un’intima affezione.

Santa Nastro

Bari // fino al 14 gennaio 2015
Corrado Veneziano – ISBN. I See Beatiful Names & lights, colors, words…
a cura di  Lia De Venere
PALAZZO SVIM AL FARO
Via Massaua 18
339 5629164 / 349 8526319
guasta76@libero.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/40617/corrado-veneziano-isbn-i-see-beautiful-names/

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.