Nico Vascellari artista relazionale. Da Monitor a Roma

Monitor, Roma – fino al 17 gennaio 2015. Nico Vascellari ha portato a Roma Codalunga, lo spazio che gestisce da un decennio a Vittorio Veneto, facendone un festival estemporaneo. In parallelo vengono presentate in galleria altre opere dell’artista.

Codalunga è lo spazio che Nico Vascellari (1976) gestisce da ormai un decennio a Vittorio Veneto, dove è nato. Una piattaforma dai contenuti molto poco provinciali, per incontri, interventi ed esibizioni live, al crocevia tra arte visiva e musica. Per un mesetto (fino a inizio dicembre) l’ha trasferita a Roma, nell’ex aula bunker del Foro Italico, facendone un festival estemporaneo. Il risultato è un’operazione inquadrabile in termini di arte relazionale, che ha funzionato proprio grazie al contrasto tra la location d’eccezione, la reputazione in qualche caso mondiale degli intervenuti e la realtà periferica cui fa riferimento. In parallelo vengono presentate da Monitor altre opere dell’artista, tutte a parete, influenzate da un’estetica psichedelica di ascendenza pop e da un concettualismo di matrice poverista. Ma su questo terreno è più difficile trovare la quadra. Il clou è un dittico tutto di legno, mentre per il resto si tratta di lavori piuttosto telefonati.

Pericle Guaglianone

Roma // fino al 17 gennaio 2015
Nico Vascellari – Codalunga
MONITOR
Via Sforza Cesarini 43a-44
06 39378024
[email protected]
www.monitoronline.org 

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/39547/nico-vascellari-codalunga

 

CONDIVIDI
Pericle Guaglianone
Pericle Guaglianone è nato a Roma negli anni ’70. Da bambino riusciva a riconoscere tutte le automobili dalla forma dei fanali accesi la notte. Gli piacevano tanto anche gli atlanti, li studiava ore e ore. Le bandiere erano un’altra sua passione. Ha una laurea in storia dell’arte (versante arte contemporanea) ma è convinto che nessuna immagine sia paragonabile per bellezza a una carta geografica. Da qualche anno scrive appunto di arte contemporanea e ha curato delle mostre. Ha un blog di musica ma è un pretesto per ingrandire copertine di dischi. Appena può si fionda in qualche isola greca. Ne avrà visitate una trentina.
  • luca rossi

    Lady Gaga + arte povera+ bisogno comunque di fare qualcosa

  • giorgio

    telefonati? ahah simpatica questa critica che suggerisce la noia dei lavori di vascellari. il suo grande merito è stato di smuovere le acque in una realtà già noiosa come quella romana. peccato la scarsa comunicazione degli eventi al di fuori della ristretta cerchia dell’arte, meritavano in diversi casi.