L’arte di dentro. Francesco De Grandi e Andreas Thein “interior artists” a Palermo

RizzutoGallery, Palermo – fino al 13 dicembre 2014. Lo spazio interno come allegoria della dimensione interiore. In mostra in Sicilia, i paesaggi di Francesco De Grandi e le fotografie di Andreas Thein.

Una mostra intorno a concetti apparentemente antitetici quali interno/esterno, contenente/contenuto, spazio rappresentato/percepito e la loro interazione: queste sono le basi su cui poggia Interieur, bi-personale di Francesco De Grandi (Palermo, 1968) e Andreas Thein (Kassel, 1969), in cui le opere dei due artisti sono messe a confronto dialettico, nonostante la diversità dei media utilizzati e delle riflessioni a esse sottese.
De Grandi presenta Mondo Nuovo, una serie di scatole di legno dalle cui lenti è possibile scorgere i paesaggi realizzati dall’artista: scenari ibridi, tra incanto e incubo, in cui la pittura incontra l’effetto surreale di vernici fluorescenti che, reagendo alla luce della lampada di Wood, immergono selve e boschi frondosi in un’atmosfera immaginifica e inquietante, quasi da fiaba nordica. Le fotografie di Thein ci conducono immediatamente in medias res, annullando la distanza tra osservatore e cosa osservata per mezzo della scala di rappresentazione 1:1. Il fotografo tedesco svela spazi interni o di non usuale accesso, come la tromba di una scala o l’armadio di una sacrestia: luoghi dalle porte eccezionalmente dischiuse, anche se l’istinto è quello di bussare, prima di entrare.


Desirée Maida

 

Palermo // fino al 13 dicembre 2014
Francesco De Grandi / Andreas Thein – Interieur
a cura di Alessandro Pinto
RIZZUTOGALLERY
Via Monte Cuccio 30
091 526843
[email protected]
www.rizzutogallery.com

MORE INFO: http://www.artribune.com/dettaglio/evento/39915/interieur

 

CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Vive a Palermo, dove collabora con gallerie d’arte, scrive per testate d’arte contemporanea e lavora come storico dell’arte e curatore.