La città di Augusto. Fra arte e tecnologia

Museo dei Fori Imperiali, Roma – fino al 12 aprile 2015. La mostra “Le Chiavi di Roma. La città di Augusto”, allestita in occasione del bimillenario augusteo, celebra il Princeps. Con un inedito connubio tra arte e tecnologia, qui fuse in un nuovo e insolito esperimento.

Le Chiavi di Roma - veduta della mostra presso il Museo dei Fori Imperiali, Roma 2014
Le Chiavi di Roma - veduta della mostra presso il Museo dei Fori Imperiali, Roma 2014

La mostra Le Chiavi di Roma. La città di Augusto è allestita contemporaneamente in quattro sedi: al Museo dei Fori Imperiali di Roma, al Museo Allard Pierson di Amsterdam, alla Biblioteca Alessandrina di Alessandria d’Egitto, e a Sarajevo, all’interno della storica Biblioteca sede del municipio da poco restaurata. In tutti i casi, lo spettatore è guidato, attraverso un viaggio interattivo, alla scoperta della cultura romana, che partendo proprio dalla città di Augusto attraversa tutti gli angoli dell’impero. Quattro città che simboleggiano i quattro angoli del mondo romano e che consentono di guardare l’impero da diversi punti di vista: quello storico, geografico, culturale e umano.
Grazie all’integrazione di diverse applicazioni tecnologiche ci viene aperto lo sguardo sul museo del futuro. Una delle novità più interessanti sviluppate per la mostra dal CNR ITABC è un’interfaccia che consente ai visitatori di spostare oggetti digitali da uno schermo (Admotum) ad un altro (Holobox): un esperimento futuristico di collegamento tra applicazioni diverse. Statue mutile riprendono forma permettendoci di conoscere e riconoscere le loro reali fattezze, riuscendo così ad abbracciare totalmente l’opera d’arte, percependone la storia e il momento in cui è nata. Un percorso, quindi, fatto di filmati, sistemi di interazione naturale e applicazioni mobili che guidano il visitatore a ripercorrere la storia romana e a conoscerne tutti gli aspetti.

Le Chiavi di Roma - veduta della mostra presso il Museo dei Fori Imperiali, Roma 2014
Le Chiavi di Roma – veduta della mostra presso il Museo dei Fori Imperiali, Roma 2014

Ci accoglie, nella Grande Aula del Museo, la copia dell’Augusto di Prima Porta (dal Museo della Civiltà Romana) introducendoci alla mappa della città, allestita come un secondo pavimento, che ci permette così di “camminare” nella Roma di duemila anni fa. Il Foro di Augusto, il suo Mausoleo, l’Ara Pacis e gli monumenti di rilievo “usciranno” dalla mappa e, attraverso installazioni multimediali, permettono di ripercorrere la storia a ritroso nel tempo attraverso immagini evocative.
Gli innovativi apparati digitali a disposizione del pubblico sono frutto del lavoro congiunto durato quattro anni da parte di ricercatori del progetto V-Must, la più grande rete di eccellenza europea sui Musei Virtuali. Una mostra che permette così di percepire totalmente la bellezza dell’antica Roma, città adorata da Augusto, riproposta nel suo splendore originale.

 

Isabella Calidonna


Roma // fino al 12 april 2015
Le Chiavi di Roma. La città di Augusto
MUSEO DEI FORI IMPERIALI – MERCATI DI TRAIANO
Via IV Novembre 94
0669780532
www.mercatiditraiano.it

MORE INFO:

http://www.artribune.com/dettaglio/evento/36864/le-chiavi-di-roma

 

CONDIVIDI
Isabella Calidonna
Calabrese, attualmente vive a Roma. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Storia e Conservazione del patrimonio artistico e archeologico presso l’Università della Calabria e la specializzazione post-laurea in Storia dell’Arte presso l’Università degli Studi di Siena. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati in Calabria, fino al suo trasferimento. Ha lavorato, e continua a farlo tuttora, come operatrice didattica presso luoghi culturali quali Colosseo, Scuderie del Quirinale, Palazzo delle Esposizioni, Musei Capitolini, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Terme di Diocleziano e Villa Torlonia. Si occupa altresì di editoria attraverso recensioni e presentazioni di libri. Ha fatto parte del comitato scientifico e organizzatore della seconda edizione della rassegna “Vedere l’Altro, vedere la Shoah” tenutasi presso l’UNICAl nel 2013. Si è occupata della valorizzazione e fruizione del patrimonio naturale e culturale della sua città, nonché di progetti di comunicazione e culturali, tra cui la “Settimana della Cultura 2011” e le “Giornate Europee del Patrimonio 2009”. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni cartacee e su testate online.
  • Antonio Cesarano

    Grande Roma nella storia. Nell’attualità è in decadenza, vedi lo scandalo politico istituzionale con l’affaire Alemanno e company.

  • Antonio Cesarano

    Grande Roma nella storia. Nell’attualità è in decadenza, vedi lo scandalo politico istituzionale con l’affaire Alemanno e company.

  • Raccomand a tot it sa sa sa as tu tulipano

  • Raccomand a tot it sa sa sa as tu tulipano