Caroline Walker a Milano. L’illusione della compattezza

Project B Gallery, Milano – fino al 16 gennaio 2015. Nelle sale della galleria, la pittrice scozzese presenta una personale composta da una decina di oli su tela. Come elementi di un set, personaggi e luoghi si trasformano in finestre d’osservazione. Seguendo un tracciato coeso.

Closing scene, Location, Observation, Aperture sono solo alcuni dei titoli conferiti da Caroline Walker (Dunfermline, 1982; vive a Londra) ai propri oli su tela esposti nella galleria milanese. Benché l’illuminazione sia diffusa e non puntuale, il percorso, dal titolo Set Piece, offre la visuale di ambienti determinati, tanto lucidi quanto apparentemente spumosi, svanenti. Nonostante l’apparente regolarità dei soggetti, quasi tutti composti nel 2014, e la straordinaria, all’apparenza misurabile velocità con la quale si possono registrare i movimenti del pennello, la Walker presenta un immaginario compatto all’interno del quale, come sottolinea lei stessa, “la relazione tra l’illusionismo dei dipinti figurativi e la matericità della pittura è esplorata attraverso il trompe l’oeil, i dipinti all’interno dei dipinti e veri e propri ambienti. A un certo punto questi si disintegrano in astrazioni; colate di tempera o pennellate dissolventi che ricordano allo spettatore che lo spazio creato nei dipinti è fittizio”.

Ginevra Bria

Milano // Fino al 16 gennaio 2015
Caroline Walker – Set Piece
PROJECT B
Via Maroncelli 7
02 86998751
[email protected]
www.projectb.eu

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/40096/caroline-walker-set-piece/

 

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.