Oltre tutti i muri. Nawras Shalhoub a Bologna

(+oltredimore), Bologna – fino al 22 Novembre 2014. Il conflitto israelo-palestinese, un’infanzia difficile tra guerra e sofferenza, la speranza che emerge vigorosa e la consapevolezza: i muri che dividono le persone e gli Stati devono cadere. E Nawras Shalhoub ce ne regala un pezzo.

Quando Nawras Shalhoub nacque, nel 1974, in un campo profughi palestinese di Yarmuck in Siria, il Medio Oriente stava diventando la culla di una nuova arte (di cui saranno portabandiera artisti come Amir Schiby, Ismail Shammout e Mona Hatoum, solo citandone alcuni) la cui materia prima è il dolore. Nawras rientrerà in Palestina solo nel 2001. Dopo il Medio Oriente sarà la volta di Strasburgo, dove si diplomerà e si trasferirà permanentemente. A Piece of Wall for you, Mon Amour è la sua antologia emotiva, un ritratto della Palestina dipinto con il sangue e la terra, una grande vetrina: filo spinato che decora e impacchetta mattoni (A Piece of the wall for you mon amour), pioli di vetro di una scala inscalabile (Monter Leger) e bossoli come pixel. Per qualche minuto ci ritroviamo anche noi con lui, in un vicolo di Al-Kheda, nelle distese di ulivi che circondano Megiddo o respirando il profumo acre del fango di Beit Sahour.

Enrico Mercadante

Bologna // fino al 22 Novembre 2014
Nawras Shalhoub – A Piece of Wall for you, Mon Amour
GALLERIA OLTREDIMORE
Via del Porto 48a/b
051 6449537
[email protected]
www.oltredimore.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/37880/nawras-shalhoub-a-piece-of-wall-for-you-mon-amour/

 

CONDIVIDI
Enrico Mercadante
Veneto, giramondo d’adozione. Laureando in Letterature e Lingue Straniere Moderne presso l’università di Bologna. Dopo aver vissuto un anno ad Istanbul, essendo entrato in contatto con il mondo artistico emergente del luogo, si appassiona all’arte moderna e contemporanea. Collabora con diversi blog e riviste come freelance.