Luigi Presicce l’ermetico. A Roma

Zoo Zone Art Forum, Roma – fino al 20 dicembre. Sempre più sciamanico, Luigi Presicce porta a Roma un paio di guanti e l’eredità della pittura italiana del Trecento e Quattrocento. E il luogo comune dell’Annunciazione diventa l’Annunciazione di Pitagora agli acusmatici. Lo spettro di Carmelo Bene che si aggira per la Puglia?

Luigi Presicce, L’annunciazione di Pitagora agli acusmatici, 2010 – performance per soli due spettatori – Cave di argilla, Marti – photo Jacopo Menzani

Luigi Presicce (Porto Cesareo, 1976), pittore di formazione, da alcuni anni sintetizza nella performance i risultati delle sue ricerche. Ermete su carta presenta, infatti, una fotografia scattata durante una sua azione,accompagnata dall’installazione Maghi: una serie di acrilici e altre immagini antiche, due libri d’artista e i guanti in teca utilizzati in un suo lavoro precedente.
L’interesse per l’ermetismo ha portato l’artista a vedere nella figura del mago colui che ricerca la verità con perseveranza, l’alchimista che trasforma le sostanze e scioglie la discrepanza tra materia ed essenza. I personaggi dell’Annunciazione di Pitagora agli acusmatici interpretano un concetto filtrato attraverso la visione dei caratteri della pittura antica. Gli elementi che l’artista inserisce nel nuovo contesto provocano uno scarto di senso con esiti da alienazione metafisica. Presicce ha come cannibalizzato i segni e le iconografie della pittura (in questo caso quella italiana del Trecento e Quattrocento), facendoli riemergere in atti performativi che certificano l’avvenuto tributo a un universo di segni e concetti ancora presenti tra le risorse della nostra immaginazione.

Calogero Pirrera

Roma // fino al 20 dicembre 2014
Luigi Presicce – Ermete su carta
ZOO ZONE ART FORUM
Via del Viminale 39
349 4976144
www.zoo-zoneroma.blogspot.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/38201/luigi-presicce-ermete-su-carta/

CONDIVIDI
Calogero Pirrera
Calogero Pirrera (1979) è uno storico dell’arte specializzato in arte moderna e contemporanea, videoarte, didattica museale e progettazione culturale. Vive attualmente a Roma. Ha collaborato con la cattedra di Istituzioni di Storia dell’Arte della Facoltà di Architettura di Valle Giulia, con alcune gallerie come Il Ponte Contemporanea e LipanjePuntin, oltre che con Festarte – Festival Internazionale di VideoArte, che lo vede impegnato nella mappatura globale dei festival di videoarte con la rubrica “International Contest”. Ha all’attivo alcune pubblicazioni che indagano l’arte antica come quella contemporanea. Tra le mostre curate si ricorda "Il Duomo di Milano dalla Lombardia all’Europa", ospitata presso il Duomo meneghino nel 2005 e il relativo catalogo. Ha scritto e scrive per EosArte, TribeArt e Artribune.