La parabola estetica del gattino di Mattei

Galleria Tiziana Di Caro, Salerno – fino al 30 novembre 2014. In Campania “si è intrappolato il gattino di Mattei”. E una grande installazione di Antonio Della Guardia fa i conti con lo stato attuale delle cose.

Si è intrappolato il gattino di Mattei, il progetto proposto da Antonio Della Guardia (Pagani, 1990) per gli spazi della Galleria Tiziana Di Caro, pone l’accento sulla storia recente, su un presente privo di certezze e di visioni risanatrici. Partendo dalla felice metafora adottata da Mattei, Della Guardia crea un parallelismo con il Museo Materiali Minimi d’Arte Contemporanea che è appeso a un filo di speranza sempre più esiguo. Allestita nel cortile antistante la galleria, una grande struttura di libri crea un parallelepipedo che invita lo spettatore a fare i conti con quello che resta del MMMAC, di un piano culturale incerto come quello italiano. Accanto alla struttura principale, una serie di quattro lavori sottolinea la volontà di aprire un dossier sulla forza del pensiero critico e su un momento storico caratterizzato dall’assenza, dalla rassegnazione, dal buio dell’incertezza quotidiana.

Antonello Tolve

Salerno // fino al 30 novembre 2014
Antonio Della Guardia – Si è intrappolato il gattino di Mattei
Tiziana Di Caro
Via delle Botteghelle 55
089 9953141
info@tizianadicaro.it
www.tizianadicaro.it

 

CONDIVIDI
Antonello Tolve
Antonello Tolve (Melfi 1977) è teorico e critico d’arte. Dottore di ricerca presso l’Università di Salerno, insegna Pedagogia e Didattica dell'Arte e Antropologia dell'Arte all'Accademia di Belle Arti di Macerata. Studioso delle esperienze artistiche e delle teorie critiche del Secondo Novecento, con particolare attenzione al rapporto che intercorre tra arte, critica d’arte e nuove tecnologie. Pubblicista, collabora regolarmente con diverse testate del settore. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, in Italia e all'estero e vari cataloghi di artisti. Collabora, a Salerno, con la Fondazione Filiberto Menna e dirige con Stefania Zuliani, per l’editore Plectica, la collana Il presente dell’arte. Tra i suoi libri Giardini d’utopia. Aspetti della teatralizzazione nell’arte del Novecento (2008), Gillo Dorfles. Arte e critica d'arte nel secondo Novecento (2011), Giuseppe Stampone. Estetica Neodimensionale / Neodimensional Aesthetics (2011), Bianco-Valente. Geografia delle Emozioni / Geography of Emotions (2011).