Gli strambi ragionamenti di Mr Fijodor

Silmar Dark Room, Carpi – fino al 16 novembre 2014. Lo street artist torinese Mr Fijodor, al secolo Fijodor Benzo, torna per il secondo anno nella galleria emiliana. Portando le sue provocazioni casuali, intrise di una sarcastica e divertente ironia.

Mr Fijodor - Infinito 170x240cm

Quando uno street artist si cimenta in una personale in galleria, non sempre il risultato è soddisfacente. Nel caso di Mr Fijodor, invece, si può affermare che pur non mancando l’elemento dell’improvvisazione eversiva, come si addice ai cultori del genere, si ritrova nella sua poetica anche il riferimento a una quotidianità tutt’altro che ordinaria. La casualità del momento riportato viene descritta su tele imbrattate con macchie di caffè, biro, china e pennarelli, spray e acrilico, senza disegno preparatorio ma con lo schema di un flusso di coscienza che pare appartenere al mondo dell’infanzia. La miseria umana è raccontata con soggetti provocatori quanto improbabili, con frasi che inneggiano a una singolare situazione, nella quale i veri protagonisti sono personaggi stralunati, supereroi che dichiarano di preferire cocaina, ed elementi ricorrenti che assistono a ogni scena come una sorta di alter ego.

Francesca Baboni

Carpi // fino al 16 novembre 2014
Mr Fijodor – Casuale
a cura di Chiara Messori
DARKROOM SILMARARTGALLERY
Via Giosuè Carducci 34o
059 686995
[email protected]
www.darkroomsilmar.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/39310/mr-fijodor-casuale/

 

CONDIVIDI
Francesca Baboni
Francesca Baboni vive a Correggio (Re). Laureata in Lettere Classiche con indirizzo storico-artistico all'Università di Bologna, è critico d'arte, storico dell'arte e curatrice indipendente. Da diversi anni cura per spazi privati ed istituzionali mostre personali e collettive di artisti contemporanei, con un'attenzione particolare alla pittura e alla fotografia. Collabora con il Centro Studi Correggio Art Home dedicato al pittore Antonio Allegri detto Il Correggio per conferenze, ricerche e visite guidate, ed è membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Il Correggio, che ne gestisce l'attività.