Interpretazioni digitali della realtà. Ancora un vis-à-vis da Whitelabs

Whitelabs, Milano – fino al 31 ottobre 2014. Doppia personale di Chiara Coccorese e Alexander Hahn che spazia tra fotografia, video e computer art. Due campi d’azione diversi, due titoli diversi – “Chiave di Sol” e “Luminous Point” – per un confronto serrato.

Chiara Coccorese (Napoli, 1982) stupisce e inquieta con le sue letture psichiche di un mondo contaminato, fra interiorità ed esteriorità. L’opera che dà il titolo alla mostra fa da trait d’union con gli altri lavori, che si aprono come tante stanze affacciate sull’inconscio dell’artista. La produzione di questi set è spesso manuale, unita all’intervento fotografico e alla pittura digitale; in questo modo il risultato, dalla forte matrice onirica, è altamente personalizzato.
Alexander Hahn (Rapperswill, 1954; vive a Zurigo e New York) affascina con l’integrazione di una serie di media, sia ad alta che a bassa fedeltà, tenuti insieme da una ricostruzione 3d, percorribile con i comandi del computer, del suo appartamento nel Lower East Side. Nel suo interno tutto digitale le pareti sono rivestite da frammenti di opere d’arte incontrate nel corso dei viaggi dall’artista; contemporaneamente si attivano dei punti luminosi, mediante i quali si aprono varchi video in cui sono state riversate anche lontane riprese in Super8, come in una grande casa della memoria.

Giovanna Procaccini

Milano // fino al 31 ottobre 2014
Vis-à-Vis #6 – Chiara Coccorese / Alexander Hahn
a cura di Viana Conti con Nicola Davide Angerame
WHITELABS
Via Tiraboschi 2
02 45483822
[email protected]
www.whitelabs.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/38274/vis-a-vis-6-chiara-coccorese-alexander-hahn/

 

CONDIVIDI
Giovanna Procaccini
Giovanna Procaccini, napoletana, si laurea in architettura e si specializza in storia dell’arte all’Università degli Studi di Napoli Federico II. Si diploma come addetto alla conservazione e restauro dei dipinti su tela. Critica e curatrice, si occupa d’arte contemporanea in ogni suo aspetto. Ha lavorato come assistente presso la Cardi Galleria d’Arte di Milano e la Galleria Alfonso Artiaco di Napoli. Ha svolto contratti a progetto con il PAN | Palazzo delle Arti Napoli e con la Fondazione Internazionale Studi Superiori di Architettura. Si è occupata di didattica per Progetto Museo e per gli Amici dei Musei – Sez. Giovanile Napoli. Ha curato mostre di architettura e di artisti emergenti presso spazi pubblici e private gallerie d’arte. È consulente tecnico d’ufficio per il Tribunale di Napoli e svolge ruolo di consulente per alcuni collezionisti d’arte. Dalla sua fondazione, nel 2011, collabora con Artribune. Precedentemente, dal 2005, ha collaborato con le piattaforme editoriali Exibart e Zero.