Grazia Varisco. Vuoti materiali a Milano

A arte Studio Invernizzi, Milano – fino al 5 novembre 2014. Nel capoluogo lombardo torna a esporre l’artista co-fondatrice del Gruppo T, dopo una personale alla Fabbri Contemporary Art nel 2012. Quadri comunicanti e Risonanze al tocco suddividono, nuovamente, gli spazi di Invernizzi. Tra immersioni ed emersioni di superficie.

Gremitissima durante la serata inaugurale, A arte Invernizzi inaugura una nuova personale di Grazia Varisco (Milano, 1937). Lungo l’arco di diversi mesi, l’artista, il gallerista e la curatrice Francesca Pola hanno preparato un percorso con l’intenzione di descrivere l’utilizzo della forma in equilibrio, concepito negli ultimi dieci anni di lavori della co-fondatrice del Gruppo T; composizioni messe in dialogo con progetti visuali realizzati negli Anni Ottanta, oppure alla fine dei Cinquanta, e allestiti  al piano superiore. Particolarmente elegante e articolato, l’allestimento permette di seguire l’architettura degli spazi (Gnomoni) emancipando le geometrie tridimensionali ed evidenziando l’utilizzo di livellazioni materiche differenti. Le luci al neon, soprattutto lungo le scale e negli spazi interrati, infine, arrivano sulla superficie di Risonanze al tocco e di Quadri comunicanti, regalando anche al visitatore più acuto un viaggio privilegiato fra le profondità di superficie.

Ginevra Bria

Milano // fino al 5 novembre 2014
Grazia Varisco – Ventilati
a cura di  Francesca Pola
A ARTE STUDIO INVERNIZZI
Via Scarlatti 12
02 29402855
[email protected]
www.aarteinvernizzi.it

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/37026/grazia-varisco-ventilati

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.