EntreNous: generazioni a confronto alla Z2O di Roma

Z2O Galleria | Sara Zanin, Roma – fino al 14 novembre 2014. Il concetto di tempo incardina il confronto fra Calzolari e Scifo. Con la sospensione nel primo caso e il respiro nel secondo.

Pier Paolo Calzolari, Senza Titolo, 2010, legno combusto, struttura ghiacciante, motore frigorifero, piombo, ferro, maiolica, rame, pompa a circuito chiuso, site-specific, part
Pier Paolo Calzolari, Senza Titolo, 2010, legno combusto, struttura ghiacciante, motore frigorifero, piombo, ferro, maiolica, rame, pompa a circuito chiuso, site-specific, part

EntreNous mette a confronto Pier Paolo Calzolari (Bologna, 1943), uno dei protagonisti dell’Arte Povera, con Marco Maria Giuseppe Scifo (Augusta, 1977), artista che si distingue per un particolare utilizzo di tecniche miste di sapore concettuale. La riflessione che scaturisce dal confronto ruota intorno al concetto di tempo, quello che Calzolari cristallizza sotto le spoglie dei materiali poveri nella sua scultura, un’opera che instaura con lo spazio un rapporto che proporziona il tempo in una lunga dimensione sospesa. L’ultima sala che si visita, quella che ospita l’opera di Calzolari e Pneuma di Scifo, dichiara le loro poetiche speculari: la staticità dell’Arte Povera di fronte al movimento a intervalli di una scultura in silicone che mostra la testa di Platone che si gonfia grazie a un compressore, insistendo su un concetto di tempo e di storia che ha cicli e continuità. Come Platone, che ha generato con il suo pensiero un solco indelebile nella cultura occidentale.

Calogero Pirrera

Roma // fino al 10 novembre 2014
Pier Paolo Calzolari / Marco Maria Giuseppe Scifo – EntreNous
Z2O | SARA ZANIN
Via della Vetrina 21
06 70452261
[email protected]
www.z2ogalleria.it

 

CONDIVIDI
Calogero Pirrera
Calogero Pirrera (1979) è uno storico dell’arte specializzato in arte moderna e contemporanea, videoarte, didattica museale e progettazione culturale. Vive attualmente a Roma. Ha collaborato con la cattedra di Istituzioni di Storia dell’Arte della Facoltà di Architettura di Valle Giulia, con alcune gallerie come Il Ponte Contemporanea e LipanjePuntin, oltre che con Festarte – Festival Internazionale di VideoArte, che lo vede impegnato nella mappatura globale dei festival di videoarte con la rubrica “International Contest”. Ha all’attivo alcune pubblicazioni che indagano l’arte antica come quella contemporanea. Tra le mostre curate si ricorda "Il Duomo di Milano dalla Lombardia all’Europa", ospitata presso il Duomo meneghino nel 2005 e il relativo catalogo. Ha scritto e scrive per EosArte, TribeArt e Artribune.