Doppi risvolti a Milano. Con Charlie Billingham e Joe Reihsen

Brand New Gallery, Milano – fino all’8 novembre 2014. La galleria di via Farini celebra la pittura, espandendone riflessi e significati. La doppia personale dell’inglese Charlie Billingham e dell’americano Joe Reihsen mette a fuoco mondi macroscopici e miniature materiche, in continuo scambio di densità.

Frammenti pittorici che si conformano al soggetto, campiture frastagliate, cromatismi netti, superfici dense e tracciati spessi. Attraverso queste semplici trame, Charlie Billingham (Londra, 1984) scompagina la figurazione di un immaginario narrativo statico, traslandolo in un equilibrio di mera precarietà. Spostamento tradotto in materia di superficie, grazie all’utilizzo di colori acrilici, a olio e vernici spray, applicandoli su tele, poliestere, lino, arazzi o pannelli di legno. Passando di fronte alla quindicina di lavori esposti, con il titolo di Jam Standard, girovita luculliani di mondi fiabeschi esondano reiteranti, rispetto alle loro ristrettezze rappresentative; griglie normative richiamate anche al di fuori della resa pittorica, da reticolati murali che ne sorreggono la posizione nel vuoto intonso.
Parallelamente, la secondapersonale alla Brand New Gallery, dal titolo Factory Paint, Aftermarket Interior, presenta invece le elaborazioni, i carotaggi pittorici di Joe Reihsen (Blaine, 1979; vive a Los Angeles) che, attraverso la stratificazione tanto geometrica quanto compulsiva di polimeri sintetici, restituisce alla tras-lucentezza degli spessori la visione di universi corpuscolari.

Ginevra Bria

Milano // fino all’8 novembre 2014
Charlie Billingham – Jam Standard
Joe Reihsen – Factory Paint, Aftermarket Interior
Brand New Gallery
Via Farini 32
02 89053083
[email protected]
www.brandnew-gallery.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/38597/charlie-billingham-joe-reihsen/

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.
  • anna

    Molto brutta..