Ogni stanza è illuminata. La fotografia di Riccardo Varini

Galleria Parmeggiani, Reggio Emilia – fino al 19 ottobre 2014. Tra atmosfere del Seicento olandese e richiami alla pittura di Hopper, “Assenze” di Riccardo Varini è un progetto portato avanti per dieci anni ed esposto solo ora nella sua interezza.

Sono fotografie dense, quelle di Riccardo Varini (Reggio Emilia, 1957). Dense di luci calde che accarezzano donne sole in attesa, o uomini che fissano il vuoto, dense di tempo che è sempre rallentato, talvolta immobile. Dopo lunghi anni trascorsi a fotografare paesaggi chiarissimi – che lasciano ancora una forte eco nella serie Stanze chiare, compresa nell’esposizione – il fotografo si dedica a un’indagine sulla capacità di composizione e sulla durata delle immagini, allontanandosi dall’insegnamento di Luigi Ghirri per scegliere una strada differente. Le stampe, realizzate personalmente da Varini su una morbida carta cotone che accentua l’aspetto pittorico delle raffinate immagini, raccontano storie complesse e tristi di solitudine, di vuoto, di memoria e di luoghi sospesi che sembrano quasi scenografie teatrali di una rappresentazione intensamente umana.

Marta Santacatterina

Reggio Emilia // fino al 19 ottobre 2014
Riccardo Varini – Assenze
a cura di Arturo Carlo Quintavalle
GALLERIA PARMEGGIANI
Corso Benedetto Cairoli
0522 451054
[email protected]
www.musei.re.it/sedi/galleria-parmeggiani/

 

CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Marta Santacatterina è giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte, titolo conseguito presso l'Università degli Studi di Parma. È editor freelance per conto di varie case editrici e, dal 2015, ricopre il ruolo di direttore sia di Fermoeditore sia della rivista online della stessa casa editrice, "fermomag", sulla quale cura in particolare le rubriche dedicate all'arte e alle mostre. Collabora con "Artribune" fin dalla nascita della rivista, nel 2011.