Modelli immaginari. Tra Russia e Irlanda

Galleria BYCR, Milano – fino al 26 luglio 2014. Negli ex spazi della Galleria Pack, due artisti emergenti, Lev Khesin e Nigel Holohan, inaugurano una doppia personale. Stratificazioni materiche ed emergenze cromatiche raccolgono la visione di paesaggi elaborati, talvolta racchiusi, tra la Russia e l’Irlanda.

Nigel Holohan, Mush, 2014, 32x32 d4cm


Lev Khesin
(Penza, 1981; vive a Berlino) e Nigel Holohan (Kildare, 1986; vive a Dublino) occupano, con orografie materiche di piccole e medie dimensioni, l’intera lunghezza delle pareti di Foro Buonaparte 60. Isolati quasi sistemicamente, con pochi punti di contatto e di compenetrazione, i lavori di  Kheshin e quelli di Holohan si attraggono e si respingono creando campi magnetici, campi in cui forze emersive e immersive rendono visibile per nascondere. Il linguaggio altamente compositivo dei lavori presentati lascia intendere una precisa presa di posizione di entrambi gli artisti nei confronti della costituzione cromatica dello spessore formale. Kheshin estrapola depositi di materia siliconica e colore facendo emergere paludi residuali inaspettate. Mentre, quasi all’opposto, Holohan – aggiungendo stratificazioni archeologizzanti ai supporti – traslittera la superficie iniziale in quella risultante prediligendo una stesura ocellata del colore.

Ginevra Bria

 

Milano // fino al 26 luglio 2014
Lev Khesin / Nigel Holohan – Seen Unseen
a cura di Karina El Helou
BYCR
Foro Buonaparte 60
02 36636632
[email protected]
www.bycr.it

 

CONDIVIDI
Ginevra Bria
Ginevra Bria è critico d’arte e curatore di Isisuf – Istituto Internazionale di Studi sul Futurismo di Milano. E’ specializzata in arte contemporanea latinoamericana. In qualità di giornalista, in Italia, lavora come redattore di Artribune e Alfabeta2. Vive e lavora a Milano.